Comunicati

Portici, a scuola di Napoletano al MAVV nella Reggia con le lezioni di Re Ferdinando

Portici, 10 Novembre – Â SCOLA ‘E FERDINANDO è un particolarissimo corso di lingua napoletana spettacolarizzato, scritto e interpretato da Davide Brandi (già autore del libro e dello spettacolo “Tombola Storica napulitana del 1734 a llengua napulitana”) Quiz, giochi, spiegazioni delle “male parole”, interessanti esercitazioni coinvolgeranno il pubblico in prima persona.

Ferdinando IV, che fa un sogno prevedendo che negli anni 2000 i “suoi” napoletani si riempiranno di inglesismi e scriveranno con una pessima ortografia napoletana, decide di intervenire istituzionalizzando la lingua con tanto di prammatica che leggerà al popolo, sino a dimostrare loro che con tale intervento, sarà il mondo ad usare “napoletanismi” e persino alla corte inglese di Elisabetta II gli inciuci reali saranno in napoletano.

Ferdinando sarà interpretato da Davide Brandi e sarà accompagnato in questo goliardico viaggio da Maria Carolina d’Austria (la moglie di Ferdinando, da lui chiamata nello spettacolo ‘A GGERMANESE) e da vari ospiti che si alterneranno nelle quattro puntate.
Parcheggio custodito e gratuito nella Reggia.
Pᴇʀ ʀɪᴄʜɪᴇᴅᴇʀᴇ ɪɴғᴏʀᴍᴀᴢɪᴏɴɪ ᴇ/ᴏ ᴘᴇʀ ᴘʀᴇɴᴏᴛᴀʀsɪ ᴄᴏɴᴛᴀᴛᴛᴀʀᴇ:
📩ɪɴғᴏ@ᴍᴜsᴇᴏᴀʀᴛᴇᴠɪɴᴏ.ɪᴛ
📞  3760666321

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.