Comuni

Palma Campania, nasce il comitato pro Fondazione Claudio Testera

loading...

Palma Campania, 9 Giugno – Il 6 giugno sarebbe stato il suo compleanno, ma l’ingegner Claudio Testera, per gli amici semplicemente Claudio, quest’anno per l’occasione non ha potuto brindare insieme a chi gli ha voluto bene; un destino avverso, infatti, a settembre scorso lo ha sottratto prematuramente all’affetto della famiglia e degli amici. Originario di Pavia, ma palmese per sempre per amore dell’amatissima moglie Teresa, Claudio è riuscito a fondere la sua anima di giovane operoso del Nord e quella di uomo perseverante del Sud, ha saputo affezionarsi alla nuova patria quanto a quella natia, facendo tesoro di ogni incontro e di ogni esperienza.

Insegnante serio e motivato, egli, soprattutto in ambito informatico e tecnologico, è riuscito anche rivestire anche il ruolo di consulente generoso e disinteressato per gli amici e gli animatori della vita pubblica, sociale ed economica di vari contesti. Presente e costante nel dare un parere e una mano per la risoluzione dei problemi, Claudio Testera è stato un esempio straordinario di uomo che incarnava senso civico, abnegazione, saggezza. È stato prezioso motivatore, ma anche critico obiettivo e spassionato, se necessario. Scevro da preconcetti e pregiudizi, egli studiava le cose per comprenderne meccanismi e criticità; è stato un uomo del fare, concreto e pratico, che ha affiancato decine di amici con semplicità e umiltà (immaginate un ingegnere in tuta e berretto, inseparabile dalla sua bicicletta, pronto a discorrere di tutto). Ha saputo guardare avanti, fare progetti e sognare, senza arrendersi, nemmeno nei momenti più difficili.

I palmesi (ma tanto è stato l’impegno di Claudio Testera per altre comunità) lo ricordano in prima linea nella difesa dell’ambiente all’epoca della impopolare discarica che per diversi anni ha funzionato in località Pirucchi; una volta dismesso quel sito, l’ingegnere Testera ha vigilato sulle sorti dello stesso, sulla qualità del suolo, dell’aria e dell’acqua dell’ambiente circostante. Indelebile è l’immagine di Claudio Testera all’isola ecologica, che venne realizzata grazie alla sua determinazione: anche lì lui c’era sempre e spiegava come fare correttamente la raccolta differenziata. Instancabile divulgatore, Claudio ha inoltre messo a disposizione di centinaia di alunni delle scuole del territorio il suo tempo, prodigandosi in lezioni di educazione ambientale. Convinto paladino di valori etici, ha inoltre spronato gli amministratori di Palma Campania – e non solo – alla cooperazione con le altre comunità e all’attuazione di idee, nel rispetto della salvaguardia dell’ambiente.

Domenica scorsa, dunque, in quello che sarebbe stato il giorno del suo settantunesimo compleanno, nel giardino di casa sua si è svolto un breve incontro tra familiari e amici, per ricordare la sua figura e rendere omaggio alla sua memoria. “Il luogo e la modalità – come ha spiegato Giuditta Calvanese, presidente dell’associazione di promozione sociale VIVA che ha organizzato l’evento – sono stati scelti dopo aver vagliato varie proposte, nessuna delle quali riusciva però a rappresentare efficacemente l’idea e il ricordo che ciascuno degli intervenuti conserva di Claudio. Non è mancata la disponibilità dell’Amministrazione comunale perché un albero potesse essere piantato altrove, ma come prima volta è stata scelta la casa, il luogo in cui l’ingegnere accoglieva gli amici”.

Alla presenza della moglie Teresa e dei figli Alessandro e Chiara, sull’aia di fronte casa sono stati letti alcuni pensieri tratti dal libro di Claudio “È meraviglioso rivedere la luce”; altre osservazioni sono state tratte dai post del suo profilo Facebook. È stata poi messa a dimora la Paulonia tomentosa, bellissima pianta ornamentale che in futuro regalerà fiori stupendi, accanto alla quale è stata posta una pietra incisa con le parole “è meraviglioso rivedere la luce”.

Il giardino di casa Testera, inoltre, ha salutato la nascita del comitato Pro Fondazione Claudio Testera, fondato dagli amici più cari, che ha lo scopo di mantenere vivo nel tempo il ricordo dell’ingegnere attraverso eventi e iniziative annuali. Il comitato è nato da un’idea di VIVA, di cui Claudio è stato cofondatore, e l’associazione è essa stessa animatrice del comitato, di cui fanno parte diversi amici dell’ingegnere: Tonia Nunziata Rega, Luigi Buonagura, Anna Maria Mattiello, Giovanna Ambrosio, Biagio Ferrara, Lucio Ciccone, Marcello Ciccone, Vincenzo Sorrentino, Luigi Acquaviva, Agostino Finetti, Marianna Caliendo, Maria Rosaria Del Monte e Chiara Testera; altri potranno affiancarli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.