Comuni

Nola, riaprirà l’Auchan grazie ad un imprenditore campano: saranno reintegrati tutti i 90 dipendenti

loading...

Nola, 18 Febbraio – Buona notizie da Nola. Come racconta Il Mediano, l’ipermercato Auchan del centro commerciale Vulcano Buono, dopo la chiusura dello scorso 30 dicembre, la cui decisione sembrava irrevocabile, alzerà di nuovo le saracinesche.

L’ipermercato fu inaugurato nel 2007 e poi nel 2019 ceduto al gruppo Conad. Ora un imprenditore campano, Giovanni Longobardi, titolare del gruppo GDM, lo ha rilevato da Margherita distribuzione, la controllata di Conad, e dal prossimo 10 marzo in poi, giorno in cui ci sarà il passaggio ufficiale di consegne, l’ipermercato potrà riaprire e nessuno dei 90 dipendenti che era finito in cassa integrazione verrà licenziato.

“Siamo molto contenti che Auchan riapra e che tutti i dipendenti verranno reintegrati e lo siamo anche perché nonostante le difficoltà c’è ancora chi investe e crede nel Sud, che deve crescere e puntare in alto, nonostante il momento difficile ed una politica nazionale che molto spesso ha favorito il settentrione.  Continueremo a seguire questa situazione augurandoci che l’ipermercato riapra presto.”– hanno commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli ed il conduttore radiofonico Gianni Simioli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.