Cronaca

Nola, Ospedale “Santa Maria della Pietà”. Cade durante un esame, anziano medico in fin di vita. Borrelli (Verdi):”Fatto gravissimo. Aperta inchiesta interna per accertare eventuali responsabilità”

loading...

Nola, 5 Gennaio – Entra in ospedale per fare una coronografia, in attesa di sottoporsi all’esame, cade a terra dal lettino operatorio, batte violentemente la testa e oggi è in rianimazione in fin di vita presso l’ospedale “San Giovanni Bosco” di Napoli.

Questo in sintesi il calvario vissuto all’Ospedale “Santa Maria della Pietà” di Nola da Antonio Spezia, stimato medico pneumologo 78enne di San Vitaliano.

Alcune settimane fa, a causa di un malessere cardiaco, l’anziano professionista, è stato accompagnato dal figlio Nicola Spezia, medico, presso il nosocomio nolano. Per evidenti  problemi motori, viene portato dalla stanza di degenza al lettino operatorio con un  rullo trasportatore. Il figlio medico, ammesso ad entrare in sala, assiste alle varie fasi con un “camice piombato” di ordinanza.

Durante l’esame alle coronarie la dottoressa incaricata del medesimo, identifica due stenosi ed invita il figlio del paziente ad avvicinarsi al monitor per vedere i vasi stenotici. Subito dopo viene chiesto al paziente di fare due colpi di tosse. Nell’effettuare il secondo, l’anziano medico, da solo e senza le fasce di sicurezza, scivola e cade a terra battendo la testa sul lato sinistro.

Il figlio del medico si accorge che il materassino blu utilizzato per trasportare il padre dal letto operatorio non era stato rimosso e dunque l’esame della coronografia era stato eseguito in condizioni non di sicurezza. Il paziente viene sottoposto ad una Tac che evidenzia un’emorragia, a distanza di alcune ore il figlio medico ne chiede un’altra . Il secondo esame conferma che l’emorragia è oramai estesa.

Sull’accaduto, Nicola Spiezia presenta immediatamente denuncia ai carabinieri: ”E’ davvero inammissibile che possano verificarsi cose del genere. Lo dico da medico e da figlio. Chi entra in un ospedale affida la sua vita nelle nostre mani e noi dobbiamo averne la massima cura”.

“La notizia dell’anziano in fin di vita a causa dell’emorragia provocata da una caduta durante un esame coronografico all’ospedale di Nola è molto grave e richiede approfondimenti”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli.

“Allo stato attuale il paziente è ancora in coma e versa in condizioni particolarmente critiche. Si tratta di un fatto di una gravità eccezionale che non ha alcuna scusante. Vorrei esprimere la mia vicinanza alla famiglia in un momento così delicato”.

“Ho chiesto l’apertura di un’inchiesta interna che permetta di accertare eventuali responsabilità. I pazienti campani hanno il diritto di essere sottoposti agli esami in sicurezza, senza alcun rischio”, conclude il consigliere regionale  Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.