Magazine

Nola, due attori della compagnia nolana Pipariello nel cast di Pinocchio di Benigni: per i fratelli Iovino non è la prima esperienza su palcoscenici nazionali

Nola, 17 Febbraio  -Anche due attori nolani hanno fatto parte nel meraviglioso cast dell’ultimo film di Roberto Benigni,” Pinocchio”. Si tratta di Giovanni e Andrea Iovino, entrambi, carismatiche presenze artistiche della compagnia teatrale nolana, “Pipariello” di Antonio Esposito. “E’ stata un’ esperienza straordinaria – affermano Giovanni e Andrea – arricchente sul piano professionale, ma soprattutto unica sul piano umano, visto che abbiamo avuto modo di condividere emozioni e lavorare fianco a fianco con attori del calibro di Gigi Proietti e Massimo Ceccarini“.

Giovanni Iovino ha interpretato diversi personaggi nel” teatro dei burattini”, presente nel film che si ispira all’opera di Collodi, in particolare il Pulcinella al fianco di Mangiafuoco, a sua volta interpretato da Gigi Proietti. Andrea Iovino, invece, è stato uno degli spettatori, presente sempre nel teatro dei burattini.

Non è la prima volta che Andrea e Giovanni Iovino fanno parte di progetti teatrali e produzioni televisive anche di livello nazionale. Tutto questo a riprova del grande livello dei talenti artistici del nostro territorio che vede la compagnia teatrale Pipariello una felice realtà.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa