Comuni

Nola, Covid: il pronto soccorso del “Santa Maria della Pietà” è al collasso

loading...

Nola, 27 Ottobre – È come se in un solo giorno un ospedale avesse smesso di occuparsi dei suoi malati per essere esclusivamente destinato alle persone colpite dal Covid. È quello che sta accadendo all’ospedale di Nola, il “Santa Maria della Pietà” il cui pronto soccorso è stato temporaneamente chiuso e ha ripreso a funzionare dopo lo stop di domenica per fare spazio agli ammalati covid.

La notizia che vorrebbero trasformare il presidio ospedaliero di Nola in “Covid Hospital” prende sempre più consistenza. Questo significherebbe la fine di assistenza per la vasta area nolana con la paralisi di tutti i reparti. Nelle prossime ore il sindaco di Nola, Gaetano Minieri istituirà un tavolo con tutti i sindaci dell’area. Il parlamentare Paolo Russo fa sentire la sua voce e il suo dissenso: “quando si fa un furto ci sono sempre i basisti. Ci batteremo contro questa scelta sciagurata frutto dell’inerzia della Regione in questi mesi. I consiglieri regionali chiedano subito un incontro urgente al presidente della Regione Campania con le rappresentanze istituzionali del nostro territorio”.

Dove vanno a farsi curare i cittadini del nostro territorio? Tutto questo sembra fuori da ogni pianificazione e da ogni condivisione e tutti ora chiedono risposte immediate dalla politica.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.