Politica

Napoli, WHIRLPOOL. Elena Coccia:”Subito tavolo Metropolitano di salvaguardia del patrimonio produttivo”

loading...

Napoli, 22 Ottobre –   Ho proposto al Sindaco Metropolitano de Magistris  – dichiara Elena Coccia,  – consigliera Metropolitana di Napoli, “l’immediata istituzione del Tavolo Metropolitano di salvaguardia del patrimonio produttivo per discutere della chiusura della Whirlpool. Tutte le istituzioni, nazionali, regionali e locali, devono fare sistema e sono chiamate, oltre i proclami, a dare un contributo concreto per la risoluzione di questa gravissima crisi”.

“La Città Metropolitana”, –  prosegue Coccia –  “ha competenze anche in materia di sviluppo economico, come da legge Delrio. Credo quindi che Napoli debba seguire l’esempio della Città Metropolitana di Bologna, che da anni ha istituito un Tavolo presieduto dal sindaco metropolitano, a cui siedono la Regione, l’assessorato alle Attività produttive e le parti sociali delle aziende in difficoltà”.

“Mi farò portavoce in Consiglio metropolitano di questa assoluta necessità”,  – conclude la Consigliera di Rifondazione Comunista –  “ed il prossimo 31 ottobre parteciperemo alla mobilitazione generale delle lavoratrici e dei lavoratori dell’azienda”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.