Comunicati

Napoli, Sudisti Italiani: “Questa Lega è una vergogna” cantava Pino Daniele, ma i meridionali ancora la votano”

Napoli, 30 Maggio – Evidentemente molti meridionali non hanno dato soddisfazione al grande cantautore e musicista napoletano Pino Daniele, quando trent’anni fa, cantava: “questa  Lega è una vergogna“, nella sua memorabile canzone “O Scarrafone”, se attualmente i leghisti occupano scranni di Consigli Comunali, di Consigli Regionali, di  Assessorati e siedono numerosi sulle poltrone di Camera e Senato dalle quali condizionano la politica delle Regioni del Sud.

C’è da dire, a malincuore, che tanti meridionali si sono dimenticati anche della canzone che cantava Matteo Salvini durante i festeggiamenti della Lega a Pontida, insieme ai giovani leghisti:

Senti che puzza scappano li cani

stanno arrivando i napoletani

o colerosi, terremotati,

con il sapone non vi siete mai lavati…..

Altrettanto vero è che sono rimasti troppo indifferenti di fronte agli articoli di Vittorio Feltri, il quale definisce i meridionali inferiori e parassiti. Ammettiamolo nonostante tutto il Sud vota ancora la Lega…… Complimenti, caro Matteo Salvini, sei stato molto persuasivo! Hai vinto… e con te, tutti i tuoi “potenti amici del Nord”.

Purtroppo fino a quando il Sud non prenderà coscienza del proprio valore e della propria forza, sarà sempre succube del Nord e lentamente ed inesorabilmente arriverà alla totale sottomissione. Ma facciamo ancora in tempo a gridare “Viva il Sud, viva i Sudisti”.

Ora abbiamo i “padroni del Nord” non permettiamo che diventino anche “predoni del Sud“.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa