Comuni

Napoli, proseguono le rimozioni di murales e altarini della camorra

loading...

Napoli, 30 Aprile – Il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto di Napoli Marco Valentini, prosegue negli interventi di rimozione delle opere celebrative di camorristi e criminali.

“Ancora oggi si continua a tollerare, a volte quasi ad incoraggiare, questa propaganda camorristica e delinquenziale, il caso Ugo Russo ne è un fulgido esempio. Perché’ il murale e gli altarini dedicati al rapinatore 15enne sono ancora a lì a rendere omaggio alla criminalità giovanile? Cosa si aspetta, che qualche altro ragazzino faccia quella fine? Va assolutamente evitato, non bisogna incoraggiare l’emulazione dei criminali ma fare ammonimenti e portare avanti progetti di rieducazione sociale.

Tutti i murales e le cappelle dedicate a boss, criminali, rapinatori, camorristi e spacciatori vanno tolti, subito. Bisogna far spazio ai valori della legalità e ai volti delle vittime di camorra e degli eroi. Attualmente per ogni omaggio a una vittima o un eroe ce ne sono almeno 10 per la criminalità. Mentre gli spazi abusivi dedicati ai criminali non vengono sporcati e sono rispettati dalla cittadinanza le poche targhe e i murales in omaggio di vittime o eroi sono quasi sempre abbandonati nel degrado e non di rado sommersi dalla spazzatura”– le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.