Attualita'

Napoli, Pignasecca devastata dal maltempo: ragazza salvata per miracolo da un giovane

loading...

Napoli, 26 Settembre – Il violento nubifragio abbattutosi venerdì su Napoli ha provocato grossi danni. A farne le spese soprattutto la Pignaseca, letteralmente devastata dal maltempo. Ovunque, in quella zona, si sono registrati crolli e disagi, e solo un miracolo ha evitato la tragedia. “Come segnalatoci da un cittadino con un video si è sfiorata la tragedia con una tettoia improvvisamente crollata per strada. Una ragazza si è trovata lì sotto proprio durante la caduta delle lamiere, ed è stata tirata via da un ragazzo, ci dicono di Santo Domingo, che le ha evitato il peggio. Solo un vero miracolo ha evitato ieri l’ennesima vita spezzata”. Lo hanno dettl Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde e Salvatore Iodice consigliere di Europa Verde della II Municipalità.

“Sia avviata immediatamente un’indagine per capire se quella tettoia fosse abusiva o meno. Nel momento in cui vengono realizzate opere illecite con materiali tra l’altro scadenti sotto gli occhi di tutti – hanno aggiunto Borrelli e Iodice – spesso nessuno ha la forza di allertare le forze dell’ordine. Se così fosse, se quella tettoia fosse stata costruita illegalmente, sarebbe gravissimo. Venga fatta chiarezza su questa vicenda al più presto”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.