Cronaca

Napoli, percepiva reddito di cittadinanza: arrestato contrabbandiere

loading...

Napoli, 3 Ottobre – Un contrabbandiere di sigarette di 55 anni, risultato percettore del reddito di cittadinanza dal 2019, è stato arrestato dagli uomini del comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli.

 In particolare, i finanzieri del Gruppo di Nola durante un controllo in strada hanno fermato un’autovettura con i vetri posteriori oscurati e hanno eseguito un rapido controllo scoprendo diverse casse di sigarette nascoste nel cofano e sui sedili posteriori del veicolo.

Le successive perquisizioni, estese al garage utilizzato dal soggetto come deposito, hanno portato al sequestro di ulteriori decine di casse di “bionde” del tipo “cheap white”, marca Regina.  Il totale delle sigarette sequestrate è di 190 chili.

I contestuali accertamenti economico-finanziari hanno poi fatto emergere che il contrabbandiere risultava anche percettore del ‘reddito di cittadinanza’; pertanto, le Fiamme Gialle hanno inviato la segnalazione all’Inps per l’avvio delle procedure di recupero.

Il risultato è frutto anche dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio organizzati dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli nell’ambito dei dispositivi di prevenzione dei rischi connessi alla pandemia da Covid-19.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.