Comuni

Napoli, gli alberi di Natale di Forcella vandalizzati e rubati

Borrelli e Simioli: “gli incivili e i delinquenti devastano ogni cosa. Senza severità e reazioni decise andrà sempre peggio.”

 

 

Napoli, 17 Dicembre – A Forcella, lunedì 16 dicembre, l’Associazione dei commercianti, decidendo di dover ridare un minimo di decoro al quartiere, ha installato un albero natalizio a Piazza Calenda ed un altro a Piazzetta Forcella.  L’operazione di riqualifica del territorio purtroppo non ha avuto buon esito in quanto, nel giro di pochissime ore, il primo è stato vandalizzato mentre il secondo è stato portato via da soggetti ignoti.

“Non ci sono parole per descrivere l’assurdità di chi commetti atti vandalici nei confronti del proprio territorio, del proprio quartiere e della propria città. E’ triste sapere che chi vuol dare una scossa alla crescita sociale e territoriale con iniziative collettive venga ostacolato e danneggiato da chi non ama la propria città e non mostra neanche il minimo rispetto delle regole del vivere civile, la città non può essere abbandonata a sé stessa. I vandali, gli incivili e i delinquenti devastano ogni cosa e ogni tentativo di creare decoro e bellezza in città. C’è bisogno di reazioni dure e decise.” – hanno denunciato il Consigliere Regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli e il conduttore radiofonico Gianni Simioli.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa