Magazine

Museo della Bibbia, il documentario di Alessandro Iovino tradotto e doppiato in arabo sbarca su Noursat TV

loading...

Napoli, 31 Dicembre – “Il Museo della Bibbia”, il reportage del giornalista e scrittore napoletano Alessandro Iovino dedicato al più grande museo del mondo sul libro sacro della cristianità, è stato doppiato e tradotto in arabo ed è sbarcato in questi giorni sul canale arabo satellitare Noursat TV.

Già apprezzato in Italia, dove è stato trasmesso lo scorso maggio su TV2000, il documentario approda dunque in medio oriente dando così ad Alessandro Iovino la possibilità di condurre anche il popolo arabo in un viaggio tra le più straordinarie e significative collezioni private sul Testo Sacro esposte dal novembre del 2017 su una superficie di oltre 40mila metri quadrati di uno storco edificio di 8 piani nel cuore di Washington (Usa).

A mandare in onda in lingua araba il lavoro di Iovino è Télé Lumière, prima stazione televisiva cristiana del mondo arabo, nata in Libano nel 1991 che già dal 2003 trasmette programmi in tutto il mondo attraverso il canale satellitare “Noursat”.

“Nel mondo arabo esiste una grande attenzione alla cultura Cristiana, a differenza di quello che si pensa – sottolinea Iovino –: la Bibbia e’ un libro dal grande valore non solo storico e culturale ma anche spirituale.

Sapere che questo mio lavoro verrà seguito da milioni di telespettatori nel Medio Oriente mi onora particolarmente”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.