Attualita'

L’inchiesta interna della Asl Napoli 1 smentisce il contenuto della denuncia social dell’avvocato Zuccaro: “Nessun fondamento”

loading...

Borrelli (Verdi): “Le denunce devono basarsi su dati sicuri e circostanziati, non su percezioni distorte. Altrimenti si rischia di alimentare le violenze ai danni del personale medico e sanitario”

 

Napoli, 12 Novembre – “L’Asl Napoli 1 ha diramato un comunicato per rendere note le evidenze dell’inchiesta interna sui presunti comportamenti poco professionali degli infermieri del San Giovanni Bosco denunciati dall’avvocato Maurizio Zuccaro. Da quel che emerso il contenuto della denuncia è assolutamente infondato. Quando si pubblica un video sui social in cui si denigra senza mezzi termini la professionalità del personale di una struttura medica, arrivando ad auspicare la chiusura della stessa, bisogna prestare la massima attenzione.

Le denunce devono basarsi su dati sicuri e su evidenze circostanziate, non è possibile farsi trascinare da una percezione personale che in alcuni casi può rivelarsi distorta. Altrimenti si rischia di alimentare la cultura del sospetto e del pregiudizio nei confronti del personale medico e sanitario che troppo spesso si traduce in aggressioni e violenze”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.