Riflessioni in pillole

Le zie Marie

Napoli, 3 Luglio – Maria era nata nel 1920 nell’hinterland napoletano, i suoi genitori erano persone umili, lavoravano duramente per portare il pane a casa, per sfamare la numerosa famiglia. Prima di 10 figli, Maria aveva fatto da madre alla nidiata di fratelli che si erano succeduti a distanza di un anno l’uno dall’altro. Era alta, con capelli foltissimi e occhi neri. Era una bella donna, di una bellezza di quegli anni, naturale, senza artifizi. La guerra forse l’aveva plasmata, non si lamentava mai, non si arrabbiava mai, non si spazientiva. Era una donna intelligente, con un carattere ben definito, una grande lavoratrice, una brava moglie, madre, nonna e amica. Era una donna che sapeva ascoltare, sapeva consigliare, sapeva mediare. Era una zia acquisita, complice nella mia vita.

Nonostante non vivessimo lontane dal mare, non l’aveva mai visto. Zia Maria non aveva mai viaggiato, eppure era una donna felice, serena, appagata. La serenità d’animo, la più grande ricchezza, qualcosa che non si può comprare, non si può ereditare, che ha che fare con un equilibrio che fa fluire la vita. Le particelle che in una mente arrabbiata, collimano le une contro le altre in un vagabondare infinito, senza meta, senza pace, senza destinazione, nelle zie Marie prendono posizioni e emanano luce.

Zia Maria non c’è più, ma è inestimabile il tesoro morale che ha lasciato. Ci sono altre zie Marie nella mia vita, donne che ammiro, che vivono per gli altri, che hanno bisogno di poco, che godono del lavoro, dell’unione e dell’armonia che riescono a creare. Donne che anche di fronte a immensi e ingiusti dolori, non sono cambiate, non si sono incattivite, non hanno perso la bontà. Sono un pilastro in una società morente in cui si corre verso l’effimero, in cui si fa una lotta contro il tempo, e quando si recupera, se ne fa un’altra per capire come occuparlo. Un tempo in cui non si è mai abbastanza, non si è mai virgole, non si gode dei traguardi.

Le zie Marie, sono uno stato d’animo, un meraviglioso stato d’animo che quando c’è, regala bellezza al mondo. Maria è l’emblema di una tipologia di donna rara.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa