Politica

Lotta alla Pandemia, Lavoro. Spera (segretario regionale DC):”Esprimiamo piena solidarietà ai commercianti e alle imprese. Le attività devono riaprire in sicurezza e subito”

loading...

Napoli, 6 Aprile – La Democrazia Cristiana guarda con sconforto e preoccupazione al difficile periodo di sofferenza economico-sociale che sta attraversando il Paese. Intanto, l’indagine del Centro studi di Confindustria conferma le difficoltà dell’economia italiana. A marzo si è interrotta infatti la crescita dell’attività industriale. “Non è possibile – dichiara Felice Spera, segretario regionale della DC in Campania –  che dobbiamo assistere ancora a tante chiusure di innumerevoli attività che ogni giorno abbassano la saracinesca sapendo di non poterla aprire più”.

“La politica nazionale ha fallito, – prosegue il segretario regionale –  non ha saputo mettere in sicurezza le attività che sono il motore della nostra economia. Noi non ci stiamo a tutto questo, la politica si è dimostrata fragile e incapace di dare risposte concrete. La Democrazia Cristiana esprime piena solidarietà a tutta la classe del commercio e delle imprese in serie difficoltà. Il Governo se vuole tenere ancora chiuse le attività, deve dare ristori e sussidi subito.

Non è accettabile – incalza –  che la gente per vivere deve scendere in piazza o addirittura bloccare strade e autostrade.  ci troviamo davanti ad un altro governo incapace di dare giuste risposte. Non è questa l’Italia che vogliamo, non è questa la giusta strada da intraprendere. La gente ha diritto al lavoro, e la politica deve assumersi il peso di queste responsabilità. Ci sono categorie che oramai non sostengono più il pesante fardello delle chiusure, la gente chiede semplicemente di lavorare per vivere. Draghi e chi lo sostiene si deve rendere conto che così non si può andare avanti.

Noi – sottolinea il segretario Spera –  siamo disponibili anche ad un tavolo con le categorie per portare una nostra proposta al Governo. Stamattina tutta l’Italia è scesa in piazza, il Governo Draghi deve prendere atto che è necessaria una linea programmatica del tutto diversa. La gente è stanca, bisogna cambiare il modo di fare politica. La politica deve essere responsabile, deve dare ai propri cittadini risposte immediate. I commercianti hanno diligentemente messo in campo tutte le norme anti-covid richieste, si sono messi in regola per portare avanti le loro attività in piena sicurezza, ma a quanto sembra, nulla è servito. Noi diciamo no a tutto questo, le attività devono riaprire in sicurezza e subito.

Anche in Campania – conclude il segretario regionale –  la situazione è tragica: a Napoli, secondo una stima di Confcommercio, hanno chiuso già cinquemila imprese, con una perdita di introiti di 16 miliardi di euro. In Campania 35mila attività sono sull’orlo del baratro. Se le imprese chiuderanno circa 100 dipendenti dipendenti resteranno senza occupazione. E’ necessario che anche il nostro governatore apra gli occhi davanti ad una situazione così assurda e difficile, con tanti operatori sul lastrico, che si sentono abbandonati”.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.