Comuni

Lavori pubblici, nuova illuminazione a led sulla statale ex 366 tra Pimonte e Agerola. Il sindaco Palummo (Pimonte): “Cooperazione istituzionale è la strada giusta per crescere”

loading...

Pimonte, 12 Maggio  – Un nuovo impianto di pubblica illuminazione, con dispositivi a led, è stato realizzato dalla Città Metropolitana di Napoli lungo la ex SS 366 agerolina, in un tratto ricadente sul territorio comunale di Pimonte, al confine con Agerola.

“Vogliamo ringraziare la città Metropolitana di Napoli, nella persona del consigliere Raffaele Cacciapuoti e del dirigente della Gestione Tecnica Strade e Viabilità Giancarlo Sarno, per la realizzazione della nuova illuminazione sulla ex SS 366. Quest’opera mostra, ancora una volta, l’importanza della cooperazione istituzionale: solo insieme possiamo crescere, questa è la strada giusta da seguire. Grazie anche all’amico e sindaco di Agerola, Luca Mascolo, sensibile allo sviluppo del territorio e attento alle comunità che gli sono vicine”, ha commentato il sindaco di Pimonte Michele Palummo a nome di tutta l’amministrazione comunale.  

Il nuovo impianto sarà in gran parte alimentato dal Comune di Pimonte che, quindi, si occuperà del pagamento dell’utenza. Venerdì 15 maggio, alle ore 16:30, avranno luogo le prove elettriche ed illuminotecniche.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.