Sports

Juventus-Napoli, il caso infinito: la Roma contesta il rinvio al 7 aprile

loading...

Napoli, 14 Marzo – L’infinito caso che ha visto, nei mesi scorsi, al centro del dibattito la sfida tra Juventus e Napoli si arricchisce di ulteriori protagonisti e polemiche.

La gara, valida per la terza giornata del girone di andata di Serie A, era originariamente calendarizzata per il 4 ottobre 2020 alle ore 20:45, a seguito delle ormai note vicende, la suddetta era stata prima assegnata d’ufficio alla Juventus e poi, dopo una lunga battaglia combattuta tra i tavoli giudiziari dalla società partenopea, ritenuta, dal Collegio di Garanzia dello Sport del CONI, da ricalendarizzare. Fino al 3 marzo 2021, (sei giorni dopo l’eliminazione dall’Europa League degli azzurri) quando la Lega stabilì che questa si sarebbe dovuta recuperare il 17 marzo 2021, era stato impossibile, a causa dell’estrema compressione degli eventi dovuta al COVID, individuare una data utile per il recupero. Il 12 marzo 2021, poi, il presidente di Lega, Paolo Dal Pino, da poco rinominato a capo dell’associazione, ha disposto, su richiesta di entrambe le società, il rinvio della gara al 7 aprile 2021.

Nelle ore successive, hanno cominciato a librarsi sibili sempre più assillanti tra gli spazi di tinte giallorosse, sostenuti dalla tesi secondo cui questa scelta avrebbe favorito sensibilmente il Napoli, il quale, altrimenti, si sarebbe trovato ad affrontare un impegno infrasettimanale prima della partita dell’Olimpico contro la Roma che nella stessa settimana è impegnata nella partita valida per i sedicesimi di ritorno di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk. A culmine di ciò, nella giornata di ieri, l’amministratore delegato della società di proprietà della famiglia Friedkin, Guido Fienga, a nome della stessa, ha spedito una lettera a Dal Pino, nella quale sciorina tutto lo stupore (suo e della società) per la decisione presa il giorno precedente, facendo riferimento al comma 4 dell’articolo 29 dello Statuto Regolamento LNPA, il quale recita:” La richiesta della Società Associata interessata deve essere formulata per iscritto almeno quindici giorni prima della data nella quale dovrebbe disputarsi la gara di Campionato e il Presidente dispone con proprio provvedimento, fissando l’orario di inizio della gara.” è riconosciuta, intatti, dal comma 2 dello stesso articolo, al presidente di Lega la facoltà di accogliere la richiesta di rinvio di una partita:” È peraltro in facoltà del Presidente disporre, sia d’ufficio sia a seguito di richiesta di una o di entrambe le Società Associate interessate, la variazione di data, dell’ora dell’inizio e del campo delle singole gare.” Fienga, dunque, chiede di conoscere la data di recapito della richiesta di rinvio espressa, in questo caso, da entrambe le società coinvolte.

Roberto Ventre, in un articolo posto a pagina 16 dell’edizione di ieri de Il Mattino, scrive:” Ieri è stata messa la parola fine alla lunga telenovela con la data del 7 aprile: una proposta dei due club, ieri si sono sentiti al telefono i due presidenti De Laurentiis e Agnelli e si sono accordati per questa data che va bene ad entrambe. […] Questo era sin dal primo momento l’obbiettivo del Napoli che ebbe un pour parler con la Lega subito dopo l’eliminazione in Europa League del 25 febbraio contro il Granada chiedendo se fosse possibile giocare più avanti il match con la Juve e non il 17 marzo […] Ma la Lega in quel momento non poteva operare diversamente perché la Juve era impegnata in Champions e il club bianconero non poteva prendere in considerazione altre ipotesi” stando a questa ricostruzione, la Roma avrebbe ottime ragioni per contestare alla Lega tale decisione. Oltre a ciò, la società giallorossa chiede delucidazioni riguardo le motivazioni non specificate nella nota ufficiale in cui si comunicava la disposizione del rinvio. Infine, formula la richiesta di posticipare la gara di campionato contro gli azzurri, alla luce della vicinanza di questa con la sfida che vede i giallorossi impegnati in Europa League. Quest’ultima, però, non avrebbe altro fondamento se non quello della provocazione, poiché una simile decisione rappresenterebbe un goffo tentativo di riparare ad un errore, commettendone uno sostanzialmente identico.

Nella narrazione della vicenda, oltre alla fortuna riscontrata dal solito giudizio sommario e complottistico, è stato pressoché omesso o almeno poco considerato il coinvolgimento della società bianconera. La Roma ha oggettivamente ragione nel rendere conto delle perplessità emerse, ma ciò non significa che dietro la decisione in esame si annidino oscuri giochi di potere e questioni di natura ambigua. Si tratta, più ragionevolmente, di un eccesso di elasticità da parte della Lega la quale, dopo che anche la Juventus si era affrancata dagli impegni europei, ha deciso di accontentare le richieste delle due società, rinviando una sfida già oggetto di un primo rinvio e di una gigante buriana di polemiche e contravvenendo goffamente al comma 4 dell’articolo 29 summenzionato.

E se la questione l’avesse sollevata l’altra società giallorossa della Serie A, sarebbe cambiata la direzione della narrazione? Il Benevento è l’avversario che la Juventus affronterà nella ventottesima giornata e la risposta a tale quesito, probabilmente, è sì; magari, il tumulto sarebbe stato anche di maggiore tenuta e questa è l’ennesima evidenza della condizione di degenerazione in cui verte l’informazione italiana, incapace di fornire l’essenziale completezza di notizie che casi di questa risma richiederebbero.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.