Comuni

Il Questore di Napoli chiude un locale a Coroglio, 90 giorni di stop per il ‘Voga’

Borrelli (Verdi): “Provvedimento sacrosanto, pugno duro contro i locali che non rispettano le regole. Metal detector in tutti gli altri locali”

 

 

Napoli, 1 Ottobre – “Condividiamo a pieno la decisione del Questore di Napoli di imporre 90 giorni di chiusura alla discoteca ‘Voga’ di via Coroglio, recentemente teatro del ferimento di un 17enne. Riteniamo che il provvedimento, adottato per motivi di ordine pubblico, sia assolutamente sacrosanto. Occorre pugno duro contro i locali che non rispettano le regole. La discoteca è stata più volte teatro di furti, risse e aggressioni. I gestori dei locali devono capire che i locali devono essere luoghi di legalità, non dei saloon dove tutto è permesso”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “La chiusura del ‘Voga’ deve rappresentare il primo passo per la riaffermazione della legalità a Coroglio, un’area dove accade di tutto tra risse, movida incivile, traffico e parcheggiatori abusivi. In merito ai locali notturni rinnoviamo tra l’altro il nostro invito ad adottare i metal detector agli ingressi in modo da evitare che all’interno delle discoteche si introducano persone armate di pistola o di altri oggetti atti ad offendere”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa