Attualita'

Il caso Patrick Zaki: altro dolore per la famiglia

loading...

Napoli, 7 Aprile – Sembrava tutto finito per Patrick Zaki, doveva essere liberato. Invece no! l’Egitto lo ha condannato ad atri 45 giorni di prigionia. Altri 45 giorni di ‘torture’. Altri 45 giorni di inferno. Altri 45 giorni di dolore.

Altri 45 giorni di speranza per la famiglia. Patrick ha detto alla mamma “non ce la faccio più”. Patrick sta subendo un danno psicologico non indifferente, dal quale forse non riuscirà più a riprendersi. Il ricercatore, attivista per i diritti umani, che a Bologna seguiva un master europeo, è accusato fra l’altro di propaganda sovversiva e istigazione al terrorismo sulla base di alcuni post su Facebook da un account che secondo i suoi legali non è il suo.

Rischia 25 anni di carcere. Il 29enne era stato arrestato in circostanze controverse il 7 febbraio 2020 e la custodia cautelare in Egitto può durare due anni. Dopo una prima fase di cinque mesi di rinnovi quindicinali ritardati dall’emergenza Covid, ora il caso di Patrick è in quella dei prolungamenti di 45 giorni. I legali di Patrick chiedono la sostituzione dei giudici che decidono sulla sua custodia cautelare, dato che sembrano proprio accaniti verso il giovane, prolungando ormai da 14 mesi la sua prigionia nel carcere di Tora.

L’Italia potrebbe almeno provare a dare la cittadinanza al giovane studente, in questo caso l’Egitto avrebbe in custodia un cittadino italiano, quindi le trattative sarebbero diverse, ci si potrebbe muovere in modo diverso sotto il piano diplomatico. Con la speranza che Zaki non diventi un altro Regeni, un altro martire di errori di valutazioni. Con la speranza che Patrick possa tornare di nuovo a studiare, il suo unico desiderio.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.