Attualita'

Guerra in Ucraina, l’affondo di Papa Francesco: “Spendere il 2% del Pil per comprare armi come risposta a quello che sta accadendo è una pazzia”

Roma, 24 Marzo – “Mi sono vergognato quando ho letto che un gruppo di Stati si è compromesso a spendere credo il 2% del Pil per comprare armi come risposta a quello che sta accadendo. Una pazzia”. Parla a braccio e in prima persona Papa Francesco nell’ultimo appello contro le armi e la guerra in Ucraina pronunciato durante l’udienza al Centro Femminile Italiano, in occasione del trentunesimo Congresso nazionale.

“La vera risposta non sono altre armi, altre sanzioni, altre alleanze politico-militari, – ha affermato il Pontefice -, ma un’altra impostazione, un modo diverso di governare il mondo: non facendo vedere i denti. Si continua a pensare al mondo come uno ‘scacchiere’, dove i potenti studiano le mosse per estendere il predominio a danno degli altri”.

“E’ ormai evidente che la buona politica non può venire dalla cultura del potere inteso come dominio e sopraffazione, ma solo da una cultura della cura della persona e della sua dignità e cura della nostra casa comune”, ha detto Bergoglio ricevendo in Udienza le partecipanti all’Incontro.

“Il modello della cura è già in atto, grazie a Dio – ha concluso il Pontefice -, ma purtroppo è ancora sottomesso a quello del potere economico-tecnocratico-militare”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.