Comuni

Giugliano, Ancora un rogo nell’era dell’ex campo rom

loading...

Borrelli e D’Alterio:” Abbiamo segnalato l’incendio ai Vigili del fuoco affinché le fiamme vengano domate al più presto. Dobbiamo fermare questi criminali che ci stanno avvelenando con ogni mezzo”.

Giugliano, 20 Aprile – Il territorio giuglianese continua a bruciare in modo costante e continuo durante l’emergenza sanitaria da coronavirus.

Un altro rogo è stato segnalato in zona Ponte Riccio, nell’area del ex campo Rom, da un cittadino al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Abbiamo segnalato il rogo ai Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile in modo che le fiamme possano essere domate senza che vi siano troppi danni. Bisogna assolutamente fermare questo fenomeno, che durante questa emergenza sanitaria sta dilagando in maniera esponenziale, i criminali approfittando delle strade deserte se ne vanno in giro ad appiccare incendi, distruggendo così il nostro territorio. Dobbiamo fermare questi criminali, che ci stanno avvelenando, con ogni mezzo.”- dichiara il Consigliere Borrelli.

“Il popolo giuglianese è allo stremo, non vuole più sentirsi abbandonano e aspetta risposte concrete dalle istituzioni affinché questo problema venga risolto una volta per tutte” – ha proseguito l’ex Consigliere del sole che ride di Giugliano Giuseppe D’Alterio.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.