Magazine

Ercolano, Franceschiello l’Ultimo Re: all’Esedra di Villa Campolieto

Ercolano, 23 Giugno – Torna in scena il 3 luglio 2021 alle ore 19.30 e alle ore 21.30 presso l’Esedra di Villa Campolieto di Ercolano.
Lo spettacolo, già in scena al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, racconta l’ultimo Re delle Due Sicilie ed è ambientato il 13 febbraio 1861, ovvero dell’ultima partenza di Francesco II delle due Sicilie dall’avamposto di Gaeta, ultimo baluardo del suo regno, verso il suo esilio.
Non vi raccontiamo il Re, noi vi parliamo dell’uomo che, certo, veste abiti non comuni ma è pur sempre un uomo, con le sue debolezze, con le sue paure e con le sue speranze attraverso il dialogo tra lui e sua moglie Maria Sofia quando sappiamo l’illusione della corona esser svanita e con essa il regno che rappresentava.
La Storia passa per un attimo in secondo piano: vi sono le loro storie, intime e concrete. Più concrete delle palle di cannone, più vere della guerra stessa. Più crudeli del destino dei vinti.
Lo spettacolo è in collaborazione con la Fondazione Ente ville Vesuviane e rientra nella rassegna del Campania Teatro Festival
Regia e Drammaturgia
Francescoantonio Nappi
Assistente alla Regia
Daniele Acerra
Scenografia e Costumi
Filomena Mazzocca
Disegno Luci
Marco Serra per Remedia srl
Con
Antonio Torino
Roberta Astuti
Sara Guardascione
Antonio D’Avino
Nicola Le Donne

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.