Attualita'

Covid-19, dati della Johns Hopkins University: Italia prima al mondo per tasso morti su abitanti

loading...

Napoli, 19 Dicembre – L’Italia è prima al mondo per il numero di morti per Covid-19 rispetto agli abitanti. E’ quanto risulta dai dati della Johns Hopkins University. In Italia risultano 111,23 decessi ogni 100 mila abitanti. Seguono Spagna (104,39), Gran Bretagna (99,59) e Stati Uniti (94,97). L’Italia risulta invece terza al mondo per il tasso di mortalita’ rispetto ai contagiati da Covid (3,5%), dietro Iran (4,7%) e Messico (9%). Ha superato quota 75 milioni il numero dei contagi da Covid-19 registrati ufficialmente in tutto il mondo dall’inizio della pandemia, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins.

I decessi sono stati oltre 1,67 milioni. Il paese più colpito in termini assoluti dal nuovo coronavirus restano gli Stati Uniti, con quasi 17,4 milioni di casi e 313 mila morti. Seguono l’India e il Brasile. Oltre 10 milioni di contagi da Covid-19 registrati ufficialmente in India dall’inizio della pandemia, secondo i dati dell’università americana Johns Hopkins. I decessi totali nel paese asiatico sono stati oltre 145 mila.  La Commissione sanitaria nazionale cinese ha reso noto che ieri il paese asiatico ha diagnosticato 17 nuovi casi positivi del coronavirus, tre dei quali dovuti all’infezione locale e 14 dall’estero. 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.