Comuni

Cava dé Tirreni, Dirigente aggredito da un ex dipendente che non vuole lasciare la casa di proprietà del Comune

Verdi: “Solidarietà alla vittima di questa aggressione inqualificabile. Chi non ha più titolo deve abbandonare gli immobili di proprietà pubblica”

 

 

Napoli, 5 Giugno – “Esprimiamo profonda solidarietà nei confronti di Francesco Sorrentino, dirigente del Comune di Cava de’ Tirreni, violentemente aggredito all’interno del municipio da un ex dipendente comunale che, nonostante sia andato in pensione, chiede ulteriori proroghe per non abbandonare la casa di proprietà dell’ente che occupava come custode di un asilo”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Rimarchiamo il concetto – aggiunge Borrelli – che gli immobili di proprietà pubblica devono essere liberati quando non si ha più titolo. A nessuno deve essere concesso di restare oltre il tempo stabilito nelle case che appartengono agli enti”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa