Politica

Catello Maresca sull’arresto di Elvira Zagaria:” I casalesi sono vivi e vegeti. Non bisogna permettere ai boss di riallacciare le comunicazioni una volta fuori dal carcere”

loading...

Napoli, 21 Agosto – Sulla vicenda dell’arresto di Elvira Zagaria il magistrato Catello Maresca, per il quale il clan dei casalesi è vivo e vegeto, punta il dito contro i favori concessi dallo Stato a personaggi di spicco di mafia e camorra.

Secondo Maresca infatti una volta tornati a casa, seppure agli arresti domiciliari, tali personaggi riescono a riallacciare i contatti con il modo criminale ed i loro affiliati, come infatti ha dimostrato la vicenda di lady Zagaria, che utilizzava un’uscita privata della sua villa in provincia di Frosinone per incontrare personaggi di spicco del clan.

“Siamo completamente d’accordo con il ragionamento di Maresca, infatti come lui ci siamo sempre opposti alle scarcerazioni dei boss perché esse di fatto concedono troppa libertà a questi individui permettendo loro di tornare a comandare e a sviluppare strategie criminali, magari decidendo della vita e della morte delle persone. Come dice il magistrato, bisogna interrompere il flusso delle comunicazioni dei camorristi, solo così li si potrà sconfiggere, per farlo devono restare in prigione, senza eccezioni e senza benefici.” Ha commentato così il Consigliere Regionale dei Verdi-Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.