Comuni

Carnevale palmese, a scuola dei Maestri di Quadriglia [Video]

Palma Campania, 11 Febbraio – Per l’intera settimana scorsa, diversi ex maestri di Quadriglia del Carnevale Palmese, sono entrati nella scuola Antonio De Curtis di Palma Campania, per gli incontri con gli alunni della primaria e secondaria di 1°grado, ed informare circa le origini del Carnevale Palmese fino ai giorni nostri.  Hanno trasmesso agli studenti le loro emozioni nell’impersonare il ruolo di maestro di Quadriglia e come quadriglianti fin da piccoli. L’insegnante Fiorella Graziano, referente del progetto Carnevale, in concerto con la commissione Carnevale ha voluto fortemente che si verificasse questo costruttivo momento di appartenenza al territorio con il folclore del Carnevale, già sperimentato l’anno scorso al plesso di Carbonara.

La dott.ssa Lella Rega, responsabile della sezione scuola nell’ambito della Fondazione Carnevale Palmese ha accolto la richiesta formale dell’istituto e ha disposto gli incontri alunni e quadriglianti. Al plesso Capoluogo, come a Carbonara e a Vico c’è stato un momento di festa, entusiasmo, musica, con l’intervento di tutti i Maestri, presentatosi agli appuntamenti nei loro affascinanti costumi. Estasiati dai racconti, gli alunni hanno potuto ascoltare ed interloquire su ogni aspetto del Carnevale palmese facendo svariate domande.  

Lo storico Maestro Antonio Basilicata,“‘O felo”,ha catturato  l’attenzione dei ragazzi con gli strumenti caratteristici del Carnevale: tammurrella, triccaballacche, putipù, scetavajasse, piatti, che i bambini  hanno suonato con lo sguardo ammirevole del Maestro.

“Di quanti elementi è composta la Quadriglia? Alle Quadriglie possono partecipare persone che non sono di    Palma Campania? Chi ti ha trasmesso la passione per il Carnevale? Chi decide il tema, il canzoniere e i vestiti della Quadriglia?”.

Il Carnevale Palmese è stato esaminato in tutti gli aspetti, dalla Quadriglia, gruppo folcloristico che comprende oltre un centinaio di persone, al maestro personaggio principale, che si pone al centro di un cerchio. Con la sua bacchetta comanda e coordina il gruppo dei quadriglianti dettando tempi e ritmi delle esibizioni.

 I Maestri Veria Nunziata, del gruppo Storico Quadriglia degli studenti, Antonio Petronio dell’Associazione Gaudenti  hanno inscenato con verve la Quadriglia, e gli alunni hanno potuto avere tra le mani la mitica bacchetta per il sogno di essere i “Comandanti”.   

Il preside Francesco Furino alla guida dell’Istituto De Curtis, asserisce che “Anche quest’anno la scuola si apre al territorio partecipando al Carnevale. Contribuisce l’orchestra De Curtis con i giovanissimi musicisti che accompagneranno con il Canzoniere la Quadriglia”. Con orgoglio il preside continua. “Questi musicisti sono il fiore all’occhiello della nostra scuola e per il momento carnascialesco sono guidati dal docente Felice Ferraro, che ogni anno si dedica a questa attività. La novità ce l’ha data la Fondazione Carnevale che ha provveduto ad invitare gli ex Maestri di Quadriglia nella scuola per dare lezione di gestualità sulla storia del Carnevale. La scuola deve essere aperta al territorio e contribuire alla conservazione delle tradizioni popolari e farle proprie”.

La tematica del Carnevale scuola 2020, il Fumetto, riporta il filo conduttore dei progetti “Io leggo perché” “Il premio Candelaio” per incentivare alla lettura.

 Non puo’ mancare la Canzone d’Occasione che apre la manifestazione. Come sempre viene presentata dal Plesso Vico. Il testo è Che ne parliamo a fa’ di Enzo Arbore.   

Susi Falco maestra di Quadriglia ‘A Livella, nel 2019, dice “È stato un onore poter dare la mia testimonianza ai ragazzi. Descrivere la felicità e la soddisfazione che si prova nel creare una quadriglia ed esserne Maestra, spiegare i meccanismi che muovono i comitati: dalla nascita del tema, passando per il suo sviluppo, la scelta del canzoniere, le “cacciate”, la canzone d’occasione fino alla scelta del maestro, è stato un immenso piacere. La bacchetta a Palma è magica, è lei che sceglie il maestro! Sono anche le iniziative come queste che daranno un futuro al nostro amato Carnevale”.

Gianvincenzo Simonetti maestro di Quadriglia “‘A Livella”, nel 2013, puntualizza: ”entrare nelle scuole e trasmettere agli alunni le emozioni, che solo il Carnevale Palmese può dare ad un maestro di Quadriglia, è una grande gioia. Mi hanno fatto rivivere momenti magici di incomparabile commozione di qualche anno fa, mentre rispondevo alle domande dei bambini, soprattutto quando ho dovuto parlare della solennità dello “stacco” durante il canzoniere. Il nostro Carnevale è una tradizione che deve essere trasmessa per farla crescere con le generazioni future”

Veria Nunziata, maestra di Quadriglia nel 2019, del Gruppo storico Studenti sottolinea: “il Carnevale palmese non è una semplice festa, entrare a farne parte aiuta ad amare di più il paese, ti fa apprezzare il lavoro di tantissime persone che ruotano intorno alla manifestazione tutta, ti fa sentire parte di una grande famiglia: la Quadriglia. Per me è un onore essere stata maestra nel 2016 con la Quadriglia Scusate il ritardo e Studenti l’anno scorso. Gli studenti del liceo Rosmini furono i primi a decidere di non mascherarsi, ma semplicemente indossare i grembiuli pensando così ad un tema vero e proprio. Era il 1966, nacque la Quadriglia storica Studenti!  Portare a scuola il Carnevale Palmese ed ascoltare i bambini, futuri quadriglianti, vederli mettersi alla prova è stato come sentirmi in Paradiso”.

Infine Antonio Petronio, maestro di Quadriglia Gaudenti, nel 2018 afferma: “sono trascorsi già due anni dall’esperienza a comando di una Quadriglia, parlarne sento ancora battere il cuore fortissimo. Ed è straordinario cercare di trasmettere quanto di più affascinante comporta il nostro Carnevale. Vedere i bimbi sorridere e suonare con me è una sensazione che va oltre ogni cosa. Mi rendo sempre più conto di quanto noi palmesi siamo fortunati ad avere una tradizione che riesce a trasmettere questa magia. Sono grato allo staff della scuola e la Fondazione Carnevale che mi ha permesso di rivivere un’ulteriore felicità”.

 

Maestri di Quadriglia a scuola:  

 

Aldo della Gala Quadriglia Teglanum

Rosanna Ferrara Quadriglia Scusate il Ritardo

Pina Ferrara e Carmen Esposito Lauri Quadriglia Amici di Pozzoromolo

Vincenzo Iervolino Quadriglia Scugnizzi

Susi Falco e Gianvincenzo Simonetti Quadriglia ‘A Livella

Antonio Petronio e Maria Assunta Iervolino Quadriglia Gaudenti

Rosalia Iannone e Antonio Maffettone Quadriglia MonEllì

 Luigi Arianna e Luciano Di Genua Quadriglia Tutta nata storia

Veria Nunziata e Antonio Basilicata Quadriglia Studenti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa