Comuni

Carbonara di Nola, Fase 2: ancora chiusi parrucchieri ed estetisti. L’amarezza dell’estetista Albano:”Sono mortificata, tante lavorano in nero senza rispetto per l’emergenza che stiamo vivendo!”

Carbonara di Nola, 9 Maggio – Al 9 maggio tutto è ancora fermo per barbieri, parrucchieri ed estetisti, che purtroppo sono i più penalizzati a causa delle Pandemia, per lo stretto contatto che si potrebbe  avere con i clienti, che però chiedono fiducia per chi opera in sicurezza, opponendosi all’aumento dei lavoratori abusivi.

Abbiamo parlato con Cosima Albano proprietaria del salone di bellezza “Cosima Fashion Style” di Carbonara Di Nola, che esasperata ha voluto denunciare questo fenomeno dell’abusivismo, che ha visto i lavoratori recarsi di nascosto, sempre più frequentemente che in passato, presso il domicilio dei clienti, aumentando il rischio di contagio. “ Sono mortificata, ci ha confidato Cosima, per tutte queste ragazze che lavorano in nero, senza avere nessun rispetto per tutti noi, che ci ritroviamo di fronte ad una grande emergenza sanitaria, nemmeno la morte di tante persone le ha fermate!”

 “Noi, da amiche che siamo, – prosegue –  avevamo dato sempre una mano a tutti, ma loro incuranti in questa circostanza non hanno avuto nessun rispetto.”

Anche le clienti sono in trepidante attesa, chiuse in casa da più di 60 giorni, con i capelli in condizioni pietose, senza più una forma. Lasciano messaggi di aiuto a Cosima e sentono tanto la sua mancanza, non solo per la sua professionalità, ma soprattutto per la cara amica che è. Il salone di Cosima, non è un semplice negozio, ma un vero e proprio salotto di amiche, che puntualmente si incontravano anche per una chiacchierata e un caffè.

Ma fa ben sperare, lo spiraglio lasciato dal Presidente Giuseppe Conte, che avrebbe deciso di lasciare più spazio alle decisioni locali, permettendo così ai governatori regionali di definire con le associazioni di categoria una possibile apertura anticipata al 18 maggio per le Regioni che hanno il minor numero di contagi, rispettando le linee guida dell’INAIL.

Le regole da seguire, saranno ferree sia per esercenti che per clienti, con protocolli di sicurezza: Cartellonistica con indicazioni chiare per clienti e operatori; Attività esclusivamente su appuntamenti per limitare l’afflusso; Postazioni di lavoro all’interno dei locali, tali da garantire sempre una distanza di almeno due metri tra i clienti; Misurazione della temperatura degli operatori all’inizio del servizio; Limitare l’accesso ai locali a un cliente per volta; Dotare di mascherina clienti e operatori; utilizzare copri scarpe, camici monouso e visiere protettive. Inoltre avere cura di disinfettare tutto: postazioni, superfici, attrezzature e strumenti. Resta il divieto di operare a contatto diretto con bocca , narici e occhi dei clienti.

La parrucchiera Carbonarese ha concluso dicendo ”Spero di riaprire presto, e mi adeguerò a tutte le disposizioni che lo stato chiederà, per contribuire alla fine dell’emergenza. Amichette ci rivedremo presto!”

In questo momento si ha la necessità di riappropriarsi delle quotidiane cure per se stessi, ormai più che necessarie, e anche un semplice taglio di capelli può voler significare cercare di eliminare il vecchio per fare posto al nuovo, e dopo avere vissuto un evento tanto negativo, potrebbe essere psicologicamente salutare per voltare pagina cercando di andare avanti avendo tanta forza e coraggio.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa