Comuni

Camposano,il coronavirus ed i rischi per la popolazione: il consigliere Antonio Giuliano lancia l’allarme

Camposano, 19 Marzo – L’emergenza per il Coronavirus continua a tormentare anche la nostra area e, da Camposano, è il consigliere comunale Antonio Giuliano a lanciare un accorato appello alle istituzioni superiori, in relazione ai tanti conterranei che lavorano al Nord Italia e che, dopo la fase di sospensione delle attività (in special modo quelle scolastiche) saranno chiamati a breve e risalire per motivi di lavoro.

“La sospensione didattica non è una soluzione, c è bisogno della chiusura delle scuole! – reclama Giuliano – Non oso immaginare cosa accadrà di qui a qualche giorno, quando in tanti dei nostri corregionali si vedranno costretti a risalire al Settentrione per riprendere servizio. E non mi riferisco solo al personale Ata, ma anche a tutti quei lavoratori che ripartiranno alla volta delle regioni del Nord, rischiando di determinare nuovi casi di contagio. E’ per questa ragione che mi preme sensibilizzare le istituzioni politiche superiori, dallo Stato alla Regione, affinché si stabilisca seduta stante un ‘congedo a tempo indeterminato dal servizio, fin quando questa emergenza per il Coronavirus sia finita”.

Giuliano prosegue così il suo intervento, pubblicato sulla sua pagina social di Facebook: “In più, vorrei evidenziare che nelle regioni del Nord Italia, maggiormente colpite dal contagio, è necessario per quest’anno scolastico organizzare una didattica on line ‘permanente’, fino alla fine dell’attuale annata scolastica, perché non si possono mettere a rischio i più piccoli, né si può renderli un ‘mezzo’ attraverso il quale rischiano di contagiare i familiari a casa. Diamo un significato effettivo ai milioni di euro investiti per formare le insegnanti, dotandole di tablet e computer, visto e considerato che ad ogni docente il Miur fornisce un assegno annuale pari a 500,00 euro per l’acquisto di adeguate attrezzature informatiche”.

Infine, Giuliano si rivolge alla Regione Campania: “Vorrei rivolgere un accorato appello al nostro governatore, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca: a lui chiedo, se non è possibile ancora procurare tanti tamponi per tutti i residenti della regione Campania, dotiamo di tamponi almeno i centri trasfusionali, in modo da sollecitare e sensibilizzare la maggior parte delle persone a donare sangue in un momento così delicato. Inoltre, è necessario fornire tutti i Pronto Soccorso dei presidi ospedalieri di tutta la regione di tamponi, altrimenti si rischia che un portatore sano, che si reca in ospedale per una semplice frattura, possa venire ricoverato in un reparto accessibile ad altri pazienti, infettando così un’intera struttura. Non si può chiudere tutto, vietare tutto e chiudersi in casa, senza fare attenzione a situazioni ed eventualità del genere”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa