Politica

Campania, Reddito di cittadinanza. Ciarambino: “Misure premianti per i comuni che adottano i Puc”

loading...

La candidata alla presidenza della Regione con il ministro Catalfo a Bacoli a margine di un incontro con i percettori del reddito di cittadinanza

 

Bacoli, 9 Settembre – “In Campania abbiamo 700mila percettori di reddito di cittadinanza, 350mila dei quali occupabili. È un esercito di lavoratori che secondo la legge istitutiva del reddito dovrebbe essere utilizzata a costo zero dai comuni, per esempio per rimettere a posto scuole ed edifici pubblici, curare il verde pubblico, rimuovere i rifiuti, eppure solo 42 comuni, tra cui Bacoli, hanno approfittato di questa opportunità, nonostante sia solo una risorsa e non comporti alcun costo per i comuni utilizzatori. Se dovessi essere eletta come Presidente della Regione Campania voglio assolutamente incentivare l’utilizzo di queste risorse preziose al servizio dei comuni e della collettività, anche per dare dignità a chi oggi percepisce il reddito di cittadinanza”.

Così la candidata alla Presidenza della Regione Campania del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino, in visita insieme al ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, a Bacoli dove ha incontrato i 36 percettori del reddito di cittadinanza inseriti nei progetti utili alla collettività e, per questo, riconosciuto come modello virtuoso di riferimento direttamente dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

“In Campania molti comuni sono in dissesto e non possono assumere o pagare nemmeno le esternalizzazioni, e spesso il verde pubblico è trascurato e i rifiuti giacciono per le strade – continua – io incentiverò una misura, un bonus, per i comuni che utilizzeranno i percettori del reddito di cittadinanza. Come misura premiante per aver attuato progetti di utilità collettiva in uno degli ambiti di competenza, potrebbero essere previsti, ad esempio, dei contributi per la gestione delle biblioteche comunali nel caso di progetti rientranti nell’ambito culturale e artistico, o nel caso di progetti attinenti all’ambiente prevedere un contributo per l’acquisto di mezzi alternativi agli autoveicoli (biciclette elettriche, monopattini ecc.) e per la costruzione da parte dell’ente locale di piste ciclabili, oppure un contributo per l’installazione di nuovi impianti di videosorveglianza nelle strade comunali nel caso di progetti in materia di tutela dei beni comuni. Sarebbe importante in un momento come questo poter utilizzare queste persone nelle scuole per aiutare a mantenere il distanziamento dei ragazzi e ad attuare tutte le misure di sicurezza. Sarebbe scellerato in Campania non utilizzare questa opportunità”, conclude.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.