Politica

Campania, Loreto Mare. Ciarambino (M5S):”Dopo emergenza torni il glorioso ospedale di un tempo”

La capogruppo regionale: “Investimento per riconversione in polo infettivologico sia occasione per futuro potenziamento”

 

 

Napoli, 10 Marzo – “La riconversione del Loreto Mare in Polo infettivologico specializzato nella cura e nell’assistenza dei pazienti contagiati da Coronavirus, non diventi l’occasione per smantellare e sottrarre definitivamente alla rete dell’emergenza uno dei più importanti ospedali di Napoli. Sarebbe gravissimo. In questa fase saranno realizzati lavori strutturali che richiederanno un investimento importante. E’ un dovere nei riguardi dei nostri cittadini, quando il Coronavirus sarà finalmente un brutto ricordo, fare in modo da tramutare l’emergenza in opportunità e restituire alla città uno dei più importanti presidi ospedalieri del territorio”. Così la capogruppo regionale M5S e responsabile nazionale sanità Valeria Ciarambino.

“Siamo consapevoli – ha sottolineato Ciarambino – che a differenza di altre strutture della Asl Napoli 1, come Ascalesi e San Gennaro, più vecchie e fatiscenti, il Loreto Mare sia un presidio più in grado reggere all’onda d’urto dell’emergenza Coronavirus, anche se non escludiamo che in futuro potrebbero venire riattivati anche presidi già chiusi per far fronte all’emergenza. Auspichiamo che l’investimento previsto non vada sprecato ma che, quando l’emergenza sarà finita, sia messo a sistema per riattivare e potenziare il nosocomio di via Marina, così da riconvertirlo in ospedale generalista e farlo tornare ad essere un glorioso ospedale per posizione strategica, numero di accessi e professionalità eccellenti”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa