Politica

Campania, Forza Italia Caivano:”Basta rifiuti in città”

Caivano, 24 Agosto – “La particolare situazione di Caivano  non può costituire una valida ragione per far pagare ai suoi cittadini, già storicamente vittime delle politiche scellerate del Pd ed oggi di quelle deluchiane, l’incapacità delle amministrazioni regionali e provinciali”.  Così una nota del coordinamento cittadino di Forza Italia di Caivano che lancia l’allarme per  “le indiscrezioni stampa di questi giorni che, dopo la determinata opposizione delle istituzioni comunali di Acerra e Giugliano, individuerebbero Caivano come destinataria di migliaia di tonnellate dei rifiuti che andranno ad accumularsi con lo stop delle attività dell’inceneritore di Acerra”.

“Naturalmente, come per l’ostinato tentativo di realizzare a Caivano anche un impianto di compostaggio malgrado i rilievi e il parere contrario dell’Asl a che arrivino a Caivano ulteriori rifiuti, non resteremo alla finestra. Siamo già al lavoro, anche attraverso l’attività dell’Ato con la Consigliera Bonfiglio, ed abbiamo già protocollato una richiesta di incontro col commissario prefettizio che, ci risulta, si starebbe muovendo nella giusta direzione. Ovviamente, qualora le circostanze lo richiedessero, riservandoci il ricorso a tutte le iniziative del caso”, conclude il coordinamento cittadino di Forza Italia Caivano.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa