Politica

Campania, Fase3. Di Nardo (FI):”Casi ospedali Caserta e Salerno emblematici del fallimento De Luca”

loading...

Napoli, 29 Luglio – “Il caso degli ospedali prefabbricati anti-Covid di Caserta e Salerno, pagati profumatamente ma mai entrati in funzione perché ancora senza i necessari collaudi, sono la preoccupante fotografia di quello che appare un ennesimo spreco di risorse pubbliche, un’incapacità complessiva del governo regionale di dare risposte serie e concrete ai cittadini”. Lo afferma l’ex senatore Nello Di Nardo, responsabile del dipartimento di Protezione Civile di Forza Italia Campania.

Per l’ex viceministro dell’Interno “il dato politico è che ancora una volta emerge a chiare lettere la differenza che passa tra il buon governo, quello del fare concretamente gli interessi dei cittadini e il governo del dire, delle chiacchiere a buon mercato, dell’affidarsi alla facile propaganda politica per curare interessi di parte”.

“Un caso, peraltro, questo degli ospedali fantasma – conclude Di Nardo –, doppiamente preoccupante se si considera che a fronte di questo che si preannuncia come un ennesimo e costoso fallimento fa da contraltare un sistema sanitario regionale sempre di più in difficoltà e una vera e propria fuga di massa verso gli ospedali di altre regioni che ci costa oltre un miliardo e mezzo di euro all’anno”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.