Politica

Campania, Fase 2. Di Scala (FI):”De Luca chiarisca su sbarchi diportisti isole golfo”

Napoli, 22 Maggio – “C’è un’ordinanza regionale che vieta alle imbarcazioni private l’approdo sulle Isole del Golfo fino al 31 luglio e la Regione non lo sa”. Lo afferma la consigliera regionale campana di Forza Italia Maria Grazia Di Scala.

“La Regione, stando a quanto mi viene comunicato – spiega l’esponente di Forza Italia -, è convinta di aver imposto il divieto di sbarco solo ai diportisti provenienti dalle altre regioni e comunque fino al 2 giugno”. “Non è così – prosegue la presidente della commissione Sburocratizzazione-: il disposto dell’Ordinanza n. 48 parla testualmente di una decorrenza dal 18 maggio al 31 luglio di misure, che al punto 4.1. riguardano i divieti di sbarco sulle isole tanto per i diportisti provenienti da altre regioni quanto per quelli campani. Più che giustificato dunque l’allarme degli ormeggiatori, più che giustificate inoltre le preoccupazioni delle capitanerie dei porti di Ischia, Capri e Procida”.

“Aspetto smentite documentate, ma soprattutto, in ordine ai gravi danni economici per le relative attività economiche isolane, mi aspetto una norma, magari non solo annunciata, di buon senso”, conclude Di Scala.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa