Economia - Finanza

Campania, Covid. Confapi: “Vaccinazioni aziendali per ripartire in sicurezza”

loading...

Il presidente Marrone: «Richiesta inoltrata alla Regione Campania»

Napoli, 25 Marzo – Confapi Campania e Confapi Napoli insieme per avviare le vaccinazioni aziendali e poter riprendere, in sicurezza, il funzionamento dell’intero comparto produttivo regionale.

«Si tratta di una proposta che abbiamo avanzato alla Regione Campania – spiega il presidente Confapi Napoli, Raffaele Marrone per consentire alle Pmi di accelerare le campagne di vaccinazione dei propri dipendenti e di poter iniziare a sviluppare nuovamente un ciclo virtuoso di sviluppo e di crescita del territorio».

«L’emergenza sanitaria è innegabile e diamo atto a tutti gli attori istituzionali, in primis la Regione Campania, di aver svolto un difficile ruolo di coordinamento – ha continuato Marrone – ma ora, come ha giustamente ribadito anche il premier Mario Draghi, è fondamentale pianificare la ripartenza. I vaccini aziendali sono stati proposti, per la prima volta, nel dicembre scorso dal presidente Confapi, Maurizio Casasco, raccogliendo da subito importanti adesioni. E noi oggi lavoriamo nel solco di quell’idea. E proprio al presidente Casasco, eletto all’unanimità numero uno di Cea-Pme, la confederazione europea delle Piccole e medie imprese, – ha concluso Marrone – vanno oggi i nostri auguri di buon lavoro».

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.