Attualita'

Campania, Covid-19: il Presidente De Luca bacchetta il Governo

Napoli, 25 Marzo – Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ha inviato oggi una lettera al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Ministro per gli Affari Regionali e al Ministro per il Sud, esprimendo la sua preoccupazione per una situazione epidemiologica in Campania che potrebbe comportare tante perdite umane. Ecco una parte della missiva: “…I prossimi dieci giorni saranno da noi un inferno. Siamo alla vigilia di una espansione gravissima del contagio, al limite della sostenibilità. La prospettiva, ormai reale, è quella di aggiungere alla tragedia della Lombardia quella del Sud. Per noi è questione di ore, non di giorni…”.

Molti sacrifici stanno facendo i medici e le strutture sanitarie tutte per contenere i contagi che attualmente sono 1194, e che probabilmente aumenteranno, secondo le previsioni del Governatore Campano. Ieri sera l’Unità di Crisi della Regione, ha comunicato che presso l’Ospedale Moscati di Avellino sono stati esaminati 78 tamponi di cui 21 positivi al Covid-19, presso l’Ospedale Ruggi di Salerno sono stati esaminati 99 tamponi di cui 9 positivi, presso l’Ospedale Cotugno di Napoli sono stati esaminati 87 tamponi di cui 7 positivi, presso l’Ospedale San Paolo di Napoli sono stati esaminati 24 tamponi di cui 6 positivi, ed infine all’Ospedale Sant’Anna di Caserta 16 tamponi di cui 1 positivo.

Questo rappresenta un bollettino importante per verificare l’incremento della propagazione. Nella seconda parte della nota il Presidente De Luca, evidenzia e conferma una situazione insostenibile: “…Dobbiamo registrare il fatto che dal punto di vista delle forniture essenziali per il funzionamento dei nostri ospedali, in queste settimane da Roma non è arrivato quasi nulla. Il livello di sottovalutazione è gravissimo…in queste condizioni, ci avviamo verso una tragedia doppia. Dopo aver creato decine di posti letto nuovi per la terapia intensiva, rischiamo di non poterli utilizzare per mancanza di forniture essenziali, zero ventilatori polmonari, zeromascherineP3, zero dispositivi medici di protezione… Non voglio alzare i toni, ma non posso non dire che per quello che ci riguarda, ci separa poco dal collasso, se il Governo è assente…Si rischia di vanificare un lavoro gigantesco…”.

In allegato poi, alla stessa nota, il Governatore evidenzia una tabella riassuntiva con indicato il quadro delle attrezzature richieste e quelle consegnate, poi un quadro dei dispositivi di protezione individuali richiesti e quelli consegnati. Secondo la stessa tabella, del seguente materiale richiesto, cioè di 253 ventilatori terapia intensiva, di 350 ventilatori sub intensiva, di 1000 caschi CPAP, di 2600 maschere total face, di 150000 tubi endotracheali, nulla è stato consegnato dal Governo. Per quanto riguarda invece i dispositivi individuali per il fabbisogno settimanale, una percentuale minima della richiesta è stata esaudita, ma comunque al di sotto del fabbisogno.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa