Politica

Campania, Coronavirus. Nella nuova ordinanza di De Luca accolte alcune proposte dei Verdi: gastronomie, tavole calde e rosticcerie aperti anche di mattina

loading...

 Borrelli (Verdi): “Ora consentire ai bar di vendere caffè non solo a domicilio e ottenere ulteriori modifiche”.

 

 

Napoli, 25 Aprile – “Con l’ordinanza numero 39 il presidente De Luca ha in parte accolto le nostre richieste presentate in data 23 aprile. Oltre a bar e pasticcerie, dalle 7 alle 14 potranno restare aperti, lavorando con la sola modalità di prenotazione telefonica on line e consegna a domicilio, anche gelaterie, rosticcerie, gastronomie, tavole calde e similari. Un passo in avanti importante per dare sostegno ad una categoria che sta risentendo tantissimo della crisi generata dalla pandemia.

Ora serve un nuovo step: per sostenere i bar, che ovviamente vivono anche della clientela in loco, bisogna dare la possibilità di preparare i caffè al banco, ovviamente da consumare all’esterno dell’attività per garantire tutte le misure di sicurezza del caso, così come già avviene per gli autogrill e modificare alcuni orari per la ristorazione. Insisteremo per ottenere ulteriori modifiche”. Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, commentando l’ordinanza appena firmata dal presidente De Luca.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.