Cronaca

Camorra, duro colpo a boss Zagaria: trovato ingente patrimonio in Romania

loading...

Napoli, 12 Aprile – Eseguita un’operazione della Dia che ha portato all’arresto dei fratelli Inquieto e all’individuazione di un ingente patrimonio in Romania. Un duro colpo è stato dato , secondo gli inquirenti , alla fazione del clan dei Casalesi facente capo all’ex boss Michele Zagaria.

La stima dei beni è ancora in corso ma ammonterebbe a qualche centinaia di milioni di euro. Il patrimonio individuato é riconducibile all’ex boss e gli arrestati – Giuseppe Inquieto, 48 anni, di Aversa (Caserta) e Nicola Inquieto di 43 anni, residente in Romania e catturato con un mandato di arresto europeo – sono fratelli di Vincenzo Inquieto, colui che aiutò Zagaria nell’ultimo periodo dei suoi 16 anni di latitanza, fino all’arresto nel bunker di via Mascagni a Casapesenna (Caserta).

Le indagini su Zagaria sono iniziate 10 anni fa, quando l’allora procuratore aggiunto della Dda, Franco Roberti, le affidò al giovane pm Catello Maresca che riuscì ad arrestarlo il 7 dicembre 2011.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.