Sports

Calcio Napoli, diatriba intestina diventa legale

Napoli 6 Novembre – all’indomani del cosiddetto ammutinamento dei giocatori della società sportiva Napoli non sono ancora chiare le dinamiche. A rompere il silenzio un comunicato della società.

Il sopraddetto recita cosi : La Società comunica che, con riferimento ai comportamenti posti in essere dai calciatori della propria prima squadra nella serata di ieri, martedì 5 novembre 2019,  procederà a tutelare i propri diritti economici, patrimoniali, di immagine e disciplinari in ogni competente sede.

Si precisa  inoltre di aver affidato la responsabilità decisionale in ordine alla effettuazione di giornate di ritiro da parte della prima squadra all’allenatore della stessa Carlo Ancelotti.  Infine comunica di aver determinato il silenzio stampa fino a data da definire.

Proviamo a ricapitolare quanto successo ieri, dopo la partita di Champions  League pareggiata 1-1 contro il Salisburgo al San Paolo. De Laurentis lascia per primo lo stadio dove precedentemente si era congratulato con Hirving Lozano autore della rete del pareggio. Dopo mister Ancelotti lascia lo stadio senza rilasciare interviste ( rompendo i patti televisivi ). La squadra non torna in ritiro, i leader ( tra cui il capitano  Lorenzo Insigne ) comunicano a Eduardo De Laurentis ( figlio di De Laurentis senior e dirigente del Napoli ) “ Noi torniamo a casa nostra, dillo a tuo padre ..” . Così la serata si è conclusa tra critiche supposizioni di centinaia di migliaia di tifosi e programmi tv che esigono una risposta ufficiale.

Al di là dei risultati ( poco positivi in campionato ), i motivi della discussione non sono ancora noti. L’allenatore nella precedente conferenza stampa si è dichiarato contrario al ritiro fino a domenica, il tutto dichiarato in maniera educata e pragmatica. Quindi lo scontro non è ancora palesato se riguarda rapporti tra presidente, allenatore o squadra. Di sicuro come già detto, al Napoli manca il collante tra squadra e società. Un vuoto della dirigenza che non dialoga e leviga il rapporto di forza che si è creato.

Stamattina già noto alla stampa è la preparazione di avvocati da parte dei giocatori per difendersi da ciò che è stato comunicato ufficialmente dalla società. Quindi cattive notizie per i tifosi che aspettano che la situazione si calmi e che tutti ricomincino a marciare verso la stessa meta. L’amore per il Napoli dunque sarà messo alla berlina da giocatori e dirigenza che agiranno per vie legali.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa