Comunicati

Allarme polveri sottili nella provincia di Napoli: appello dei Medici dell’Ambiente al Sindaco Metropolitano De Magistris

loading...

Napoli, 7 Gennaio – In data odierna il direttivo provinciale dell’Isde Medici per l’Ambiente sezioni di Napoli, sub-sezione di ‘Nola-Acerra’ e una delegazione di Torre del Greco ha incontrato il Direttore Generale, Dott. Giuseppe Cozzolino, rappresentandogli la gravissima situazione di inquinamento atmosferico da polveri sottili certificata dall’Arpac e dell’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), e in particolare per l’area nolana, acerrano-mariglianese, area vesuviana e quella di Napoli Est (zona via Argine e Ferrovia).

I dati certificati dall’Arpac-Ispra risultano i peggiori d’Italia con conseguente gravissimo nocumento alla salute pubblica, la cui reale entità complessiva neanche ci è concesso conoscere, in quanto, dopo decenni, sono ancora del tutto assenti i dati del Registro Tumori dell’Asl Napoli1 centro. E’ stata richiesta al Direttore Generale l’immediata convocazione di tutti i sindaci delle aree interessate per concordare immediate azioni comuni a tutela della salute pubblica.

 

 

Dott. Antonio MARFELLA                                      Dott. Gennaro ESPOSITO

Presidente Isde Napoli                                        Presidente ISDE ‘NOLA-ACERRA’

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.