Comuni

A Somma Vesuviana la formazione di una rete di negozi in grado di accogliere tutti per la realizzazione di una città inclusiva

loading...

D’Avino (Ass. Politiche Sociali): “A Somma “Una Città per tutti – Autism Friendly”.  I negozianti che stanno aderendo al progetto vengono formati da personale specializzato appartenente alle scienze mediche e psicologiche, al fine di modificare gli spazi fisici e dunque i loro negozi ed accogliere in un’ottica di inclusione questi bambini. Intanto illuminata di blu la facciata di Palazzo Torino, sede principale del Municipio”.

Di Sarno : “Le persone autistiche sono parte integrante della nostra comunità, sono la nostra comunità, sono persone! E noi ci siamo, non faremo mai mancare affetto e attenzione”.

Somma Vesuviana, 2 Aprile – “A Somma Vesuviana  “Autism Friendly”  per la realizzazione nel nostro paese di una rete di negozi in grado di mettere in atto modalità e forme di accoglienza utili a facilitare la vita quotidiana e a favorire la fruizione di attività da parte delle persone con autismo e delle loro famiglie. Si tratta di un progetto messo in campo solo ed esclusivamente dal Comune di Somma Vesuviana, nel napoletano. Dunque sono i Servizi Sociali che vanno verso il cittadino, entrano nella vita quotidiana della città. Stiamo formando i negozianti che hanno aderito al progetto attraverso la stipula del protocollo al fine di dare loro indicazioni utili sul comportamento da adottare nell’accoglienza delle persone con autismo e sulle misure di adeguamento degli ambienti fisici al fine di una condivisione degli spazi e di una migliore comunicazione. Vogliamo garantire una società inclusiva a quei bambini autistici che hanno una necessità di dialoghi più complessi. I negozianti che stanno aderendo al progetto  vengono formati da personale specializzato appartenente alle scienze mediche e psicologiche, al fine di modificare gli spazi fisici e dunque i loro negozi ed accogliere in un’ottica di inclusione questi bambini”. Lo ha dichiarato Sergio D’Avino, Assessore alle Politiche Sociali di Somma Vesuviana comune.

Somma Vesuviana illumina Palazzo Torino di blu.

“Illuminiamo di blu la facciata di Palazzo Torino, a testimonianza della vicinanza della comunità alle persone con autismo, alle loro famiglie e penso soprattutto ai ragazzi, ai bambini, affinché l’inclusione possa realizzarsi appieno. Però sono necessarie azioni concrete e noi come Amministrazione stiamo lavorando in questa direzione. Il 2 Aprile, dunque oggi, si celebra in tutto il Mondo la giornata di consapevolezza sull’Autismo istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU ed è soprattutto in questo periodo di incertezza che vogliamo “accendere” una luce speciale sul tema delle differenze individuali favorendo la qualità dell’inclusione sociale”.

Il sindaco e il messaggio di un ragazzo.

“Qualche giorno fa – ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana – sono rimasto colpito dal messaggio di un ragazzo. Non si può restare distanti da questi temi come l’inclusione e soprattutto in un periodo come quello vissuto ora in cui è richiesto il distanziamento. Spesso e secondo me in modo errato abbiamo usato l’espressione di distanziamento sociale ma un distanziamento non potrà mai essere sociale. Le persone autistiche sono parte integrante della nostra comunità, sono la nostra comunità, sono persone! E noi ci siamo, non faremo mai mancare affetto e attenzione”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.