Comuni

Napoli, ancora un concerto abusivo per una promessa di matrimonio: palco su suolo pubblico e musica oltre la mezzanotte in larghetto Sant’Antonio Abate

Verdi: “Fenomeno fuori controllo, gli incivili se ne infischiano del diritto al riposo altrui. Abbiamo chiesto alla polizia municipale un’attività serrata di contrasto al fenomeno”

 

Napoli, 11 Luglio – “Nella notte tra martedì e mercoledì, durante un sopralluogo in città, abbiamo riscontrato la presenza di un concerto abusivo per una promessa di matrimonio in larghetto Sant’Antonio Abate, a due passi da piazza Carlo III. Dinanzi l’omonima chiesa è stato allestito uno spazio, senza alcuna autorizzazione, per l’esibizione di un cantante. Sul posto si è radunata una folla di persone che ha assistito all’esibizione che è proseguita ben oltre la mezzanotte”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dal responsabile Ambiente del Sole che Ride Enzo Vasquez. “Oramai il fenomeno dei concerti abusivi è fuori controllo. Un’abitudine deprecabile che lede anche il diritto al riposo altrui. Purtroppo le necessità del prossimo non interessano agli incivili che, con prepotenza, si appropriano di pezzi di città per il loro diletto. Tale fenomeno rappresenta anche un potenziale pericolo a causa dell’aggregazione non autorizzata di persone che, in molti casi, sfocia in vere e proprie occupazioni della sede stradale con ovvi rischi per la circolazione e per il passaggio dei mezzi di soccorso. Abbiamo inviato una nota alla polizia municipale chiedendo un’attività serrata di contrasto al fenomeno”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print