Comuni

Baia di Trentaremi ridotta ad una discarica abusiva, ritrovati addirittura dei barili: il tesoro naturalistico di Napoli violentato dall’incivilt

Verdi: “Lì si arriva solo via mare, degrado effetto degli atteggiamenti vergognosi dei diportisti e delle mareggiate. Abbiamo segnalato lo sconcio alla Guardia Costiera”.

 

Napoli, 26 Aprile – “Restiamo fortemente amareggiati dinanzi alle immagini che ci sono state segnalate che mostrano la spiaggia della baia di Trentaremi ridotta ad una discarica abusiva. Barili e rifiuti da ogni tipo sull’arena, addirittura asciugamani sul fondale marino. L’inciviltà sta violentando uno dei tesori naturalistici più suggestivi di Napoli. Tenendo conto che si tratta di un luogo accessibile solo via mare è ovvio che questo sconcio è stato creato da coloro che arrivano in barca oltre che dalle mareggiate che finiscono per restituire parte dei rifiuti che vengono sversati abusivamente. Abbiamo segnalato la situazione alla Guardia Costiera, chiedendo di intensificare i controlli nell’area, specialmente durante il periodo estivo quando l’intero litorale posillipino è terra di conquista di orde di diportisti maleducati”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini. “Continueremo a vigilare con la massima attenzione sulle condizioni della spiaggia di Trentaremi e di tutti gli altri luoghi del litorale che sono interessati dagli stessi fenomeni di inciviltà. Non permetteremo di rovinare dei posti così suggestivi con l’immondizia e la plastica. Tra l’altro, ricordiamo agli incivili che abbandonare la spazzatura in un luogo del genere significa rendere difficilissimo il recupero che, giocoforza, deve avvenire via mare”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print