Attualita'

STUDIUM AC HUMANITAS

loading...

Ricordando Rolf Knütel ad un anno dalla sua morte

 

Napoli, 25 Settembre – La compagnia di un libro è senza dubbio piacevole, specie allorquando s’avverte la necessità di tenersi aggiornati sui temi più attuali: l’attività di giureconsulto, anche laddove sia svolta fuori dalle aule di tribunale o dagli atenei, richiede infatti uno studium costante ed approfondito, in considerazione del legame indissolubile tra vita umana e scienza giuridica.

A trasmettere ed ognuno questo prezioso insegnamento è stato, tra i tanti, Rolf Knütel, noto giusromanista Tedesco attivo presso l’Università di Bonn, venuto tristemente a mancare esattamente un anno fa.

Non amo redigere necrologie (il cui contenuto è sovente tutt’altro che sincero), né tantomeno far apparire il presente lavoro come un autentico requiem in prosa: non è questo, a mio avviso, il modo giusto per onorare chi è ora alla presenza di Dio. Mi focalizzerò, dunque, su un aspetto fondamentale della personalità del compianto studioso: mi riferisco all’humanitas, concetto di cui molti Cittadini del Bel Paese (anche estranei alla realtà accademica) sono, purtroppo, totalmente all’oscuro.

Non v’è alcun bisogno di “pezzi di carta” per comprendere appieno il reale significato di questa virtù: le strade di Napoli (e non solo) brulicano di persone tendenti a porre al centro di ogni cosa il proprio io, infischiandosi dei bisogni degli altri consociati.

Rolf Knütel, memore delle atrocità messe in atto durante la Seconda Guerra Mondiale, è sempre andato controcorrente: ciò che gli stava a cuore prima d’ogni altra cosa era il benessere del Prossimo, nei cui confronti egli ha sempre nutrito profondo rispetto.

Un connotato rilevante della humanitas del Knütel va identificato nella continenza: allorquando, nel corso delle nostre frequenti conversazioni (tanto virtuali quanto de visu), si dibatteva riguardo ad errori commessi da qualcheduno – in particolar modo da imperatori Romani ed altri personaggi storici -, egli (a differenza di me, che – per fortuna o purtroppo? – son del tutto privo di peli sulla lingua) commentava ogni malefatta senza mai pronunziare termini spiacevoli o potenzialmente offensivi e, soprattutto, senza mai serbar rancore.

Va osservato, poi, che Rolf, sebbene fosse emeritiert (It.: “fuori ruolo, emerito”) da diversi anni, s’è sempre fatto in quattro per dare il proprio contributo allo sviluppo degli studii romanistici e, in un certo senso, anche di diritto privato Teutonico: negli ultimi anni della sua vita, nonostante avvertisse già quasi in toto i sintomi della patologia rivelatasi poi fatale, sedeva quotidianamente al suo scrittoio (e spesso si recava anche in facoltà) con l’intento di portare a termine i lavori iniziati. 

Nel passeggiar qua e là per le città d’Italia, ohimè, sento spesso riecheggiare quel fastidioso “voglio andare in pensione! Non ce la faccio più!“, promanante dalla bocca di chi (nella stragrande maggioranza dei casi) esercita professioni per nulla usuranti.

Questa è mancanza di studium, ossia di buona volontà e, al tempo stesso, è una mancanza di riguardo verso chi, pur potendo collocarsi a riposo, continua a lavorare indefessamente per un tozzo di pane in più.

Il connubio tra studium ed humanitas, carissimi Lettori, è cosa indubbiamente difficile, specialmente in epoche come quella attuale; tuttavia, i più paiono ignorare la celebre esortazione “volere è potere”, di cui Rolf Knütel – pur non avendola mai pronunziata, perlomeno in mia presenza – si è sempre fatto promotore.

Andare avanti è pressoché complesso, ma ricordare ed ammirare gli sforzi compiuti da chi ci ha preceduto è senza dubbio un valido sprone ad alleviare lo sconforto. 

Herzlichen Dank, lieber Rolf! (It. “grazie di cuore,, caro Rolf!).

Adriano Spagnuolo Vigorita

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.