Politica

Campania, Sanità. Paolo Russo (FI): “Sul riparto dei fondi De Luca punti il lanciafiamme sul suo partito”

loading...

Napoli, 30 Giugno – “Sul riparto dei fondi per la Sanità destinati alla Campania De Luca finge di non sapere che i colpevoli stanno nella sua parte politica e sono quei parlamentari del Pd che hanno votato per cancellare il criterio della deprivazione sociale e quindi il reddito personale e del nucleo familiare dei cittadini dai parametri per misurare il fabbisogno di salute della popolazione in conseguenza dell’emergenza Covid”: così il deputato Paolo Russo, responsabile per le politiche del Mezzogiorno di Forza Italia.

“É chiaro che senza l’esame di un valore così importante i 37 miliardi del Mes saranno destinati prevalentemente alle aree ricche del Paese ed a farne le spese sarà chi risiede nei territori poveri e svantaggiati dove, tra carenze strutturali e diagnostiche, l’offerta sanitaria scarseggia”: prosegue Russo.

“Se il Governatore della Campania sta cercando i colpevoli verso cui puntare  il lanciafiamme li ha già trovati: sono quelli che hanno eliminato l’ultima possibilità di assicurare cure e salute a chi meno ha”: conclude il deputato.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.