Politica

Sanità, Ficco (Saues): “Nuovo Governo scongiuri fuga medici dal 118, pronta nostra petizione”

Napoli, 1 Agosto – Una petizione al nuovo governo per scongiurare la fuga dei medici dal 118, perché ai medici convenzionati di emergenza territoriale sia riconosciuto il diritto al passaggio volontario alla dipendenza, perché non vi siano mai più ambulanze senza un medico a bordo. A presentarla al nuovo governo che uscirà dalle urne delle elezioni Politiche del 25 settembre prossimo è il Saues, sindacato autonomo urgenza emergenza sanitaria, che già da qualche giorno ha avviato la relativa sottoscrizione.

“Lo stato di disagio in cui versano i Pronto Soccorso per il sovraffollamento di pazienti e la carenza di medici – spiega il presidente del Saues Paolo Ficco –, è sotto gli occhi di tutti e rischia di diventare sempre più drammatico con la costante fuga dei medici di emergenza verso altri servizi meno rischiosi e meglio remunerati”.

“Consentire, come chiediamo da anni, il passaggio alla dipendenza dei medici convenzionati di emergenza territoriale – prosegue il presidente del Saues -, garantire la presenza di un medico su tutti i mezzi di soccorso, non soltanto garantirebbe qualificati livelli di assistenza, spesso non garantiti, ma risolverebbe una volta e per tutte il gravissimo problema del sovraffollamento dei Pronto Soccorso”.

E’ possibile sottoscrivere la petizione scaricando il modulo dal sito Saues.it.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.