Comuni

San Gennaro Vesuviano, l’epatologo Gaetano Pesce al servizio di chi ne ha bisogno:”Sento il dovere di dare la mia mano in questa triste pagina italiana e mondiale”

San Gennaro Vesuviano, 16 Marzo – Nella cittadina alle falde del monte Somma, nota anche per la storica Fiera dedicata a “San Gennaro”, il coronavirus non da solo preoccupazione ed ansia bensì unisce anche gli animi.

Infatti, in questo momento di crisi nazionale (oggi sanitaria, ma probabilmente fra poco tempo anche economica) da San Gennaro Vesuviano giunge una bellissima notizia, che dona un po’ di serenità ai sangennaresi ed a tutti gli abitanti dell’hinterland nolano vesuviano.

Gaetano Pesce (70 anni a giugno e noto medico epatologo dell’Ospedale Cotugno di Napoli in pensione dal luglio del 2018, ndr.) ha deciso di mettersi a disposizione disinteressatamente di tutti i suoi concittadini e di tutti coloro che ne avranno bisogno. “Non voglio sostituirmi certamente al medico curante dei miei concittadini o di tutti quelli che mi contatteranno, ma –esordisce Gaetano Pesce, tra l’altro sindaco della cittadina vesuviana agli inizi degli anni novanta, ndr.- ho sentito il dovere di dare la mia mano in questa triste pagina italiana e mondiale. Volevo, insomma, fare qualcosa… non potevo stare fermo.

Tutti i miei concittadini e tutti coloro che vorranno – continua Pesce – nel caso in cui si sentiranno male o se saranno preoccupati per qualcosa potranno contattarmi al mio cellulare 3392606989 per avere, quanto meno, una valutazione telefonica e, nel caso poi, un appuntamento presso il mio studio.

Voglio chiarire – prosegue –  Gaetano Pesce, già vicepresidente dell’allora Provincia di Napoli, (ndr) – che non mi voglio assolutamente sostituire al medico curante di chi mi contatterà, ma la mia disponibilità viene solo dopo. Ovvero, nel caso in cui il tuo medico non ti risponde, o è impegnato in qualche emergenza, chi vorrà potrà contattarmi per avere un rapido consulto, un parere medico… una rassicurazione per non cadere nel panico.

Non mi interessa apparire o fare notizia, sono medico e voglio rendermi utile per la mia comunità, certo che presto –conclude Pesce- usciremo da questa emergenza, ma solamente seguendo tutti i consigli medici sinora dati dalle autorità”.

Tra le altre idee dell’epatologo sangennarese, ancora legatissimo al suo lavoro, ci sta quella di promuovere una raccolta di fondi per il “suo” ospedale Cotugno.

In questi giorni, proprio da San Gennaro Vesuviano, era giunto anche un grido di dolore di diversi cittadini che si sentivano un pò abbandonati dalle Istituzioni (la cittadina vesuviana, dal mese di luglio del 2018, è senza sindaco ed amministrata da una Commissione Prefettizia, (ndr.).

“Non voglio dire nulla di male –afferma Carmine Faravolo, sangennarese autentico e chef presso l’Hotel St Regis di Zhuhai in Cina, (ndr)- ma desidero solamente avere il sostegno dei nostri amministratori che ci debbono aiutare a superare questo difficile momento. Ci vogliono regole e controllo, altrimenti non se ne esce fuori. Io in questi giorni – prosegue Faravolo – sto rivivendo il dramma vissuto mesi fa in Cina, quando ero a lavoro presso il mio ristorante che si trova a circa 5 ore di viaggio dalla zona epicentro del virus.

Ai miei concittadini dico di non essere superficiali e di restare in casa e di uscire solo per fare la spese e per le emergenze. Ai commissari ed ai rappresentanti politici della zona – conclude Faravolo – chiedo di non abbandonarci”.

 

 

 

Sergio Sbarra



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa