Comuni

Proteste a Barra per l’installazione di un’antenna 5G in via Mastellone

loading...

Borrelli (Verdi): “Abbiamo chiesto all’Arpac di condurre ulteriori approfondimenti, oltre a rivolgerci ad una figura accademica come il professor Pasquino per un parere tecnico”

 

 

Barra, 5 Dicembre – “In merito alle preoccupazioni della cittadinanza che sono sfociate nella protesta contro l’installazione di un’antenna 5G in via Mastellone a Barra, si tratta di un atteggiamento comprensibile da parte di persone che, dinanzi ad una nuova tecnologia molto più invasiva, esprimono il loro timore per un ipotetico incremento delle patologie oncologiche sulla popolazione. Abbiamo chiesto all’Arpac di condurre ulteriori approfondimenti in grado di determinare quanti e quali rischi comporterebbe l’installazione di una antenna 5G in quell’area”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Ci siamo rivolti inoltre al professore Nicola Pasquino – spiega Borrelli –, docente di misure elettriche ed elettroniche dell’Università “Federico II”, per ricevere un parere tecnico. L’ausilio di un accademico della sua caratura potrebbe essere dirimente in una questione fondata sulle legittime preoccupazioni di un gruppo di residenti circa la propria salute e quella dei propri figli”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.