Comuni

Portici, primo caso di coronavirus: è una donna anziana contagiata dalla figlia venuta da Milano

Borrelli e Santomartino: “è l’ennesima dimostrazione di quanto sia importante rispettare le misure restrittive per contenere l’epidemia.”

 

Portici, 17 Marzo – Primo caso di Coronavirus nel comune di Portici, si tratta di una donna anziana già affetta da altre gravi patologie.
Nella tarda serata del 16 marzo sono arriva i risultati del test del tampone effettuati sulla donna lo scorso 13 marzo. Sembra che la donna sia stata contagiata dopo essere stata a contatto con la figlia proveniente da Milano e rimasta in citta dal 27 febbraio al 3 marzo.

Al momento le condizioni di salute della donna, rimasta in isolamento sin dall’inizio, non sono degenerate, infatti non è stato richiesto il ricovero in ospedale ma l’Asl monitora constantemente la sua situazione.

“La donna positiva al Covid-19 non è entrata in contatto con altre persone essendo una persona che ha problemi di salute ed è allettata. Stiamo invece ricostruendo la catena di contatti della figlia per monitorare la situazione di tutte le persone che possono essere state contagiate. Questo episodio è l’ennesima dimostrazione di quanto sia importante rispettare le misure restrittive per contenere l’epidemia, gli spostamenti sconsiderati delle settimane scorse hanno causato enormi danni, ora è il momento di perdere la cosa seriamente e di punire tutti i trasgressori che mettono in pericolo la salute dei cittadini.”- hanno dichiarato il Consigliere Reginale del sole che ride e membro della Commissione Sanita Francesco Emilio Borrelli e del Consigliere Comunale dei Verdi di Portici Franco Santomartino.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa