Comuni

Palma Campania, gli zampognari: tradizione e solidarietà per TELETHON alla Scuola “Antonio De Curtis” [VIDEO]

loading...

Palma Campania, 23 Dicembre – In prossimità della chiusura temporanea delle festività natalizie, al plesso Capoluogo dell’Istituto Comprensivo “Antonio De Curtis” di Palma Campania, s’è tenuto, nella sala teatro, l’incontro con   gli zampognari, per rivivere insieme storia, tradizioni e suoni natalizi. Un’iniziativa promossa dalla Pro Loco di Palma Campania, guidata dal presidente Antonio Ferrara, ben lieto di promuove tali tipi di  iniziative  in collaborazione  con la scuola, allo scopo di  far conoscere alle nuove generazioni  degli strumenti di un’arte antica e suggestiva i cui albori si smarriscono nella notte dei tempi.

Gli zampognari hanno suonato per gli alunni e docenti della primaria e Secondaria. A raccontarci la storia della zampogna è stato il presidente della Pro Loco di Boscotrecase Antonio Giordano, avvocato e appassionato musicista di cornamusa.

Il contatto diretto degli zampognari, personaggi tipici che la tradizione associa alla rappresentazione del presepe, hanno destato interessamento e partecipazione. Bambini e ragazzi hanno potuto ascoltare una lezione di arte e mestiere – “Sicuramente la provenienza della zampogna è legata al mondo della pastorizia, storicamente tipica dei popoli greci e romani – dichiara Antonio Giordano. –  La zampogna ha antiche origini e un suono caratteristico, distintivo, tanto da destare una particolare allegria.  E’ sempre stata creata artigianalmente, anche se adesso esistono fabbriche che forniscono le zampogne.  E’ uno strumento creato dall’otre, da dove spuntano quattro o cinque canne di legno, e alla parte estrema delle canne, il musico introduce il fiato, una di essa presenta vari fori per emettere note.

La bisaccia in tempi lontani veniva costruita con pelle di una pecora intera, oggi si ricava da materiale sintetico. Essa funziona da camera d’aria per il fiato, gonfiandosi e svuotandosi al ritmo dell’immissione da parte del suonatore”   

Toccare con le mani lo strumento ha reso felici i più piccoli e il suono melodioso di Tu scendi dalle stelle di Sant’Alfonso Maria de’ Liquori ed altre ninnananne hanno creato un caldo ambiente gioioso, suscitando inesprimibili emozioni. Antonio Giordano ha rammentato che gli zampognari pregano suonando e suonando pregano. E’ stata una mattinata ricca di significato e di solidarietà.

Tanti sono i modi per sostenere la missione Telethon. L’iniziativa dell’Associazione che vuole essere di collaborazione al clima di festa e di gioia per Natale, per l’occasione ha inteso anche promuovere solidarietà alla ricerca sostenendo i progetti di Telethon. E’ possibile aiutare la missione Telethon, anche con il solo acquisto dei Cuori di cioccolata o con una semplice chiamata dal cellulare. Il preside Francesco Furino ha ringraziato Antonio Ferrara della la Pro Loco e il presidente del Consiglio d’istituto Gabriella Rega, presente all’incontro, che ha augurato a tutti un Santo Natale, volgendo lo sguardo agli afflitti.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.